Games

Zefiria, la recensione – Una simpatica brezza

Le isole che compongono Zefiria, la città dei Cieli, sono state scombussolate da un cataclisma senza precedenti. Agli spiriti dei venti spetta il compito di rimettere tutto in ordine. Eccovi un simpatico puzzle game per tutta la famiglia ideato, prodotto e distribuito dalla nostrana Playagame e già disponibile nei migliori negozi.

Cosa troviamo a Zefiria?

La scatola del gioco è di un formato estremamente ridotto che la rende tascabile e quindi facilmente trasportabile. Questo non implica però che sia povera di contenuto, vi troviamo infatti:

  • Carte e pedine Spirito del vento
  • Carte Tempesta e 6 carte Griglia (per la modalità avanzata)
  • 25 Carte isola
  • 13 Gemme di Zefiria
  • Carte mappa
  • Tracciato del tempo

Nonostante il formato tascabile intavolare il gioco occuperà un certo spazio per cui non lasciatevi ingannare dalle apparenze, servirà una superficie adeguata.

Zefiria, materiale di gioco - PHC: MATEUSZ ZAJDA
Zefiria, materiale di gioco – PHC: MATEUSZ ZAJDA

Rimettiamo in ordine la città dei Cieli

Per giocare una partita a Zefiria la prima mossa da fare sarà mischiare le Carte isola e disporle sul tavolo in una griglia 5×5. Ogni carta riporta un numero su di se e il nostro scopo sarà rimetterle in ordine crescente. Ogni giocatore sceglie uno Spirito fra quelli disponibili con cui svolgere la partita. Posizioniamo le gemme sul tracciato del tempo per segnare il numero di round che la partita avrà e iniziamo.
Ogni spirito ha un suo modo di intraprendere le due azioni Volo e Soffio.
Il Volo consiste nel modo in cui lo Spirito si muove fra le isole. Alcuni di loro avranno movimenti lineari altri invece potranno saltare fra le isole se si soddisfano alcune condizioni.
Il Soffio invece è il potere con il quale le isole vengono spostate all’interno della griglia per essere riportate al loro ordine, anche qui i vari personaggi hanno interazioni molto diverse con la mappa.
Durante ogni turno i giocatori hanno dei punti azione da spendere fra voli e soffi. Una volta terminati i round in base a quanto avremo riordinato la città otterremo un punteggio.

Tempeste e gemme magiche

All’interno della scatola di Zefiria troviamo anche il materiale per giocare con due varianti che servono a rendere un pò più complesso il puzzle. Con l’aggiunta delle carte Tempesta e Griglia il gioco muterà sotto i nostri occhi, la bufera continuerà a far spostare le isole e dovremo cercare di sfruttare a nostro vantaggio i movimenti compiuti. Ad aiutarci in questo compito le gemme magiche che ci permettono di bloccare alcune isole impedendone il movimento. Aggiungere queste varianti dona al gioco una complessità ben diversa da quella di base. Un’ottima aggiunta.

Zefiria, Carte isola - PHC: MATEUSZ ZAJDA
Zefiria, Carte isola – PHC: MATEUSZ ZAJDA

Zefiria, un ottimo primo passo

Ci sono aspetti da considerare parlando di Zefiria. Se ci focalizziamo sull’aspetto tecnico è un gioco che funziona senza problemi, un puzzle con meccaniche molto semplici che, combinate fra loro, donano una piacevole mezz’ora a tutta la famiglia. La difficoltà del gioco base risulterà forse bassa per chi è più navigato nel genere ma le varianti compensano donando una giusta profondità al titolo. La buona varietà di spiriti permette di giocare ancora e ancora in cerca delle combinazioni di poteri migliori per cercare di rimettere a posto la città.
Il comparto artistico è valido e nonostante il gioco sia fondamentalmente astratto ci permette di immaginare molto bene Zefiria e i suoi custodi.
Ultimo ma non meno importante aspetto da considerare è che questo è il debutto di Playagame nella produzione di un gioco proprio e, visti i risultati, ci aspettiamo un percorso lungo e fertile.
Un ottimo ingresso che, ricordiamo, concorre come finalista per il MENSA LUDO 2022 di cui sapremo i risultati il prossimo 26 Novembre.

Riccardo Pasquini

Classe 1992. Appassionato di giochi da tavolo, giochi di ruolo, videogiochi e tutto ciò che concerne l'universo ludico.
Back to top button