Metropolitan Today

53 anni dal massacro di Cielo Drive a opera della Manson Family

La notte del 9 agosto 1969 è ricordata come la data che ha messo fine alla Summer of Love, l’estate dell’amore. Gli ideali hippy vennero infatti ufficialmente spazzati via per mano indiretta di Charles Manson: tre dei suoi accoliti più fedeli si macchiarono infatti di atroci delitti in quello che viene ricordato come il massacro di Cielo Drive.

Nel massacro di Cielo Drive perse la vita anche l’attrice Sharon Tate

vittime del massacro di cielo drive © thewalkoffame.com
Le vittime della strage © thewalkoffame.com

Poco dopo la mezzanotte del 9 agosto Tex Watson, Susan Atkins e Patricia Krenwinkel si introdussero nella casa dove risiedevano il regista Roman Polanski (in quel periodo a Londra per lavoro) e la moglie Sharon Tate, all’epoca incinta di otto mesi. Con lei c’erano Wojciech Frykowski, Steven Parent (di soli 18 anni), il parrucchiere Jay Sebring e Abigail Folger. Nessuno sopravvisse ai colpi feroci inferti dai tre accoliti tossicomani.

Ma Charles Manson non era soddisfatto: per lui, infatti, il massacro di Cielo Drive era stato compiuto in maniera disordinata e approssimativa. Era necessario che i suoi compiessero il delitto perfetto. Per questo motivo la notte dopo si unì al trio, insieme anche a Leslie Van Houten e Steve Grogan, e ordinò l’uccisione dei coniugi LaBianca.

Perché Charles Manson ordinò il massacro di Cielo Drive

L’obiettivo di Manson, in realtà, non era Sharon Tate (né Polanski o le altre vittime coinvolte). Egli, infatti, intendeva colpire Terry Melcher, precedente proprietario della casa dell’eccidio. Melcher era un produttore musicale (aveva collaborato anche con i Beach Boys), che aveva conosciuto Manson – il cui sogno era fare il musicista – e gli aveva promesso di collaborare insieme e lanciarlo nel mondo della musica. Tuttavia Melcher non mantenne la promessa, e Charles Manson, accecato dall’odio, intendeva fargliela pagare.

Sapeva dove il produttore abitasse, nella casa al 10050 di Cielo Drive, ma ignorava che l’avesse ceduta ai coniugi Polanski. Quando la notte del 9 agosto 1969 vi inviò i suoi adepti, gli ordinò di uccidere chiunque si trovassero davanti.

Chiara Cozzi

Seguici su Google News

Chiara Cozzi

Laureata due volte in cinema, amante dell'horror in ogni sua forma e della cronaca nera, femminista incazzata™. Ma ho anche dei difetti.
Back to top button