Cultura

Una città romana tra le montagne d’Abruzzo: Alba Fucens

Percorrendo l’autostrada A24 Roma – L’Aquila e prendendo l’uscita Magliano de Marsi si possono seguire le indicazioni per un sito archeologico un po nascosto e poco conosciuto ma di notevole importanza. Si tratta del sito archeologico di Alba Fucens, antica colonia romana.

Alba Fucens - scavi
Alba Fucens – scavi

Alba fucens

Una città romana tra le montagne d’Abruzzo: Alba Fucens era un antica colonia romana sorta sulla strada Tibutina Valeria. I resti di questa città romana si trovano tra le montagne d’Abruzzo con un importante sito archeologico che mostra i resti di quella che fu una importante e ricca colonia.

Vicino alle sponde del antico lago del Fucino, e lungo la via della transumanza questo era un sito dalla importanza strategica. Fu per questo sottratto alla popolazione degli Equi dai Romani attorno al 304 a.c..

La colonia romana sorge infatti sulla antica via della transumanza, la via Tiburtina Valeria, il cui tracciato è ancora visibile oggi nel sito archeologico. Le vie della transumanza erano importantissime rotte commerciali, come antiche autostrade, percorse dalle greggi che reggevano l’economia contadina dei luoghi. E ancora oggi tale tipo di economia, la pastorizia, è importantissima per la regione Abruzzo.

Alba Fucens Decumano
Alba Fucens Decumano photo M.C.Cadolini

La città antica

L’antica città dominava quindi il passaggio della transumanza ed era vicino alle fertili terre del lago del Fucino. Della antica città sono ad oggi visibili le mura ciclopiche, l’antico selciato della via Tiburtina Valeria e altre arterie cittadine, come la via dei pilastri.

Inoltre sono stati scavate le antiche Terme, il Macellum, ossia la zona del mercato e la via delle taberne. Ma soprattutto non poteva mancare data la rilevanza del luogo per i commerci il Tempio dedicato a Ercole. Infatti è noto che Ercole era la divinità protrettrice dei greggi, di fondamentale importanza in una zona dedita alla pastorizia come appunto lungo il tracciato della transumanza. Per quanto riguarda le immancabili strutture del Teatro, del Foro e del Comizio queste sono ancora in fase di studio e di scavo.

Alba Fucens Anfiteatro
Alba Fucens Anfiteatro photo M.C.Cadolini

Anfiteatro

Ma la cosa più suggestiva e incredibilmente conservata è l’Anfiteatro. Costruito nella prima metà del I sec. a.c., probabilmente quindi prima del Colosseo romano, conserva il perimetro e le originali dimensioni.

Alba Fucens - Entrata Anfiteatro photo M.C.Cadolini
Alba Fucens – Entrata Anfiteatro photo M.C.Cadolini

Sono acora visibili in un settore del recinto i  fori nel recinto destinati a sostenere i pali a cui erano agganciate le reti di protezione per gli spettatori, a difesa dalle belve feroci che venivano a combattere nell’anfiteatro. La buona condizione di rinvenimento fa si che ancora oggi viene talvolta utilizzato per degli spettacoli e, a 2000 anni di distanza, conserva la sua ottima acustica.

La zona è a tutt’oggi oggetto di scavi archeologici. Un luogo nascosto d’Abruzzo tra le pendici del monte Velino e la incredibile piana del Fucino tutto da scoprire.

Alba fucens : come arrivare

di M.C. Cadolini

Back to top button