Adriano Celentano, un anno in più per il “Ragazzo della via Gluck”

E intanto il tempo se ne va“, diceva una canzone di Celentano. Canzone dedicata ad una figlia adolescente che pian piano perde la sua infantilità. Tuttavia la verità è una: il tempo scorre e lo fa per tutti. Questa regola sembra non valere per il “molleggiato Adriano Celentano. Un artista che, nonostante abbia passato gli 80 anni, ancora ci coinvolge e ci appassiona con la sua musica avanguardistica e con quel tocco alla “Adrian“.

Se si pensa alla storia della musica italiana non si può non citare Celentano. La sua è una carriera costellata non solo da grandissimi successi, ma anche da collaborazioni con artisti di fama mondiale. Non meno importante è la collaborazione con Mina, confermata dall’album Le Migliori uscito nel 2016. Come dimenticare canzoni quali Acqua e sale, Brivido felino, Io non volevo, Che t’aggia dì. Le voci di questi due immensi artisti si fondono in un connubio perfetto: la sensualità di Mina unita al fascino di Celentano creano da anni canzoni diventate patrimonio della musica italiana.

Adriano Celentano, un artista poliedrico

Ma Adriano non è solo un grandissimo cantautore: egli si spinge al di là della musica, varcando i confini del cinema e della televisione, davanti e dietro gli schermi.
Numerosi sono i film in cui ha recitato Adriano Celentano, come il Bisbetico domato, Mani di velluto, Rugantino, Innamorato pazzo, Grand Hotel Excelsior e così via.
Un artista a tuttotondo Adriano Celentano che, tra programmi televisivi in cui si mostra un inimitabile showman e film in cui mette in gioco le sue doti attoriali, da più di 60 anni domina il mondo dello spettacolo italiano.

Le sue canzoni, dal 1957, investono la scena della musica leggera, designandolo quale una delle personalità più influenti del genere.
Brani come 24mila baci, Azzurro, Il ragazzo della via Gluck ma anche le più recenti L’emozione non ha voce, o A un passo da te con Mina riempiono le pagine della storia musicale italiana.

Aforismi-meglio.it

Da Sanremo alle classifiche, Celentano e i suoi successi

Soprannominato “il Molleggiato” per il suo innovativo e particolare modo di ballare e muoversi sul palco e davanti gli schermi, Celentano non si è fatto mancare nulla durante la sua carriera. Ha partecipato ben 5 volte al Festival di Sanremo, vincendolo nel 1970 con il brano Chi non lavora non fa l’amore, in coppia con la moglie Claudia Mori.
L’estrosità e l’eclettismo rendono Adriano Celentano una personalità influente che ha saputo guardare alla musica con lungimiranza, riuscendo così a stare sempre al passo con i tempi e i cambiamenti del mondo discografico.

Dall’inizio della sua carriera al 2010 Celentano ha venduto circa 200 milioni di dischi in tutto il mondo, risultando il cantante italiano con più dischi venduti. Celentano risulta inoltre l’artista più proficuo in classifica, e al 14º posto nella lista dei cantanti più proficui della storia. Il singolo Azzurro, scritto da Paolo Conte e inciso da Celentano, si trova al 3º posto nella hit parade dei brani più venduti di sempre, oltre che essere la canzone italiana più cantata al mondo, superando Nel blu dipinto di blu.
Insomma, una vera e propria carriera da Superstar quella di Adriano Celentano, per il quale il tempo sembra davvero non passare mai!

© RIPRODUZIONE RISERVATA