Motomondiale

Alex Rins, inevitabile pensare al futuro per il pilota di Suzuki

Situazione paradossale per Alex Rins. Il pilota di Suzuki corre, ovviamente, sotto alla bandiera del team blu della MotoGP, ma il suo pensiero fisso vola verso Honda, il prossimo step della sua carriera. Dopo l’addio ufficializzato dal team giapponese, infatti, lo spagnolo si è accordato con la squadra LCR a partire dal 2023. Una firma che lo emoziona.

L’ammissione di Alex Rins: “Sì, penso a Honda…”

Alex Rins, inevitabile pensare al futuro per il pilota di Suzuki

Sono molto emozionato di aver potuto annunciare l’arrivo al team LCR nel 2023, sono grandi notizie per me. Proverò a portare tutta la mia esperienza per migliorare la Honda, lavorerò sodo per creare una moto competitiva e vincente. Restano nove gare quest’anno e la Suzuki sta andando bene, mi piacerebbe recuperare la competitività di inizio stagione, quando siamo riusciti a ottenere un paio di podi. Nelle ultime gare abbiamo faticato un po’ per l’infortunio al polso a Barcellona, ma proveremo a tornare al nostro livello migliore. Sarà una gara difficile, molte persone pensano e mi dicono che qui vincerò o salirò sul podio, ma il livello della MotoGP in questo momento è molto alto e tutti vanno molto forte, vedremo se riusciremo a migliorare il setup della moto e a fare un buon weekend. La chiave per la gara è qualificarsi bene il sabato, questo segnerà come andranno le cose la domenica“.

Sarà un inizio di stagione diverso, da quando sono arrivato nel Mondiale nel 2012 abbiamo sempre iniziato in Qatar, non so come cambieranno le cose, ma per me iniziare a Portimao va bene perché è un buon circuito. Dovizioso? Non è una decisione facile, è complicato smettere di correre, ma in questo momento non si sente competitivo in termini di tempi sul giro e in questa situazione è meglio fermarsi. Per me è stato un pilota di riferimento, ha fatto grandi gare e battaglie, quindi gli auguro la migliore fortuna nel motocross, dove sicuramente lo vedremo in futuro“.

Seguici su Google News

Back to top button