Gossip e Tv

Andrea Amato, chi è l’ex marito di Paola Turci: “Se tornassi indietro non lo sposerei”

Andrea Amato è stato il marito della famosissima cantante Paola Turci per due anni, precisamente dal 2010 al 2012, ma poi i due si sono detti addio. In molti si chiedono chi sia quest’uomo che ha rapito il cuore della cantante e che entrambi pensavano fosse l’uomo (e la donna) della propria vita ma così purtroppo non è stato.

Ecco le sue parole a riguardo, ma una cosa è certa: secondo lei, con il senno del poi, non rifarebbe più un errore di questo genere se tornasse indietro. A cosa si sta riferendo? Dopo l’incidente che ormai più di 15 anni fa ha colpito la sua vita, nulla è stato più come prima.

La cantante ha infatti confessato che non rifarebbe mai più un errore del genere, ossia quello di sposarsi soltanto perchè vuole essere consacrata da Dio.

Il loro matrimonio, infatti, è stato celebrato alle Hawaii in un posto davvero da favola e stupendo ma, come si suol dire, conta la sostanza ed evidentemente il sentimento non era così forte.

Andrea Amato, chi è l’ex marito di Paola Turci

Di base, quello che conosciamo è che l’uomo, di professione, è un giornalista molto affermato e conosciuto. La sua carriera come tale lo ha portato a diventare giornalista per la radio R101, ma non solo. La sua carriera si amplia anche in ambito televisivo e su carta stampata. Nel 2010 ha fondato con un gruppo di amici l’agenzia foto giornalistica Luz. La loro specializzazione è in reportage.

Come giornalista e scrittore ha raggiunto anche traguardi importanti. Uno dei suoi libri più affermato è L’impero della cocaina. Per l’inchiesta dalla quale è stato tratto il volume, l’uomo ha ricevuto il premio giornalistico Giancarlo Siani e, durante la Giornata dell’Informazione, anche il riconoscimento della Presidenza della Repubblica per il lavoro svolto. Insomma, degli elogi di fatto non indifferenti per un giornalista.

Da quel momento, comunque, qualcosa di buono è nato: ha infatti smesso di badare alle etichette relativamente ai sentimenti, a ciò che si può provare per un uomo o una donna. Insomma, non è quella la cosa importante, ciò che conta davvero.

Paola Turci, molti si ricorderanno di lei oltre che per le sorprendenti doti canore, anche e purtroppo per lo spaventoso incidente che la coinvolse quando aveva solo 28 anni. Un trauma indelebile nella sua storia che per lungo tempo ha vissuto nascondendo i segni di quel maledetto giorno. Qualche anno fa la cantante decide di dare un taglio ai fantasmi del passato e si mostra splendente di nuova luce, dopo il tremendo dolore che l’ha colpita.

Era la sera del 15 agosto del 1993 quando Paola Turci rimase vittima di un grave incidente stradale sulla autostrada Salerno-Reggio Calabria. A causa delle ferite riportate dall’impatto, le sono stati applicati circa cento punti di sutura e in seguito si è sottoposta a 13 interventi sul volto, 12 dei quali all’occhio destro.

La cantautrice italiana, apparsa in perfetta forma fisica e in un outfit “verde speranza”, si è raccontata in un’intervista esclusiva, un anno fa, concessa a Mara Venier, nella quale non si è risparmiata parlando del drammatico incidente che ha cambiato i lineamenti del suo viso. Senza avere paura di rivivere le scene dolorose del drammatico accadimento che le ha stravolto la vita, la Turci ha spiegato nei minimi dettagli che -in quella particolare circostanza- perse il controllo dell’auto mentre guidava sull’autostrada Salerno-Reggio Calabria, per via di un momento di distrazione. E l’aneddoto della cantante in questione è dell’incidente risalente agli anni ’90: “C’era già il cellulare, era il ’93. Aspettavo una telefonata di mio padre che non arrivava. Allora ho pensato ‘magari il cellulare si è staccato dallo spinotto’ e allora ho guardato a lungo… e non ho più guardato la strada. Mi sentivo così sicura di me stessa. Quasi invincibile. Invece ho perso il controllo della macchina…”.

Seguici su Google News

Adv

Related Articles

Back to top button