Motomondiale

Andrea Dovizioso all’attacco: divorzio con Ducati e prospettive in Yamaha

Un passato turbolento con Ducati e le prospettive di un futuro migliore in Yamaha. Andrea Dovizioso brinda alla sua nuova vita nel team giapponese ed assesta un colpo duro alla casa di Borgo Panigale. Nelle parole del centauro sono evidenti le vene polemiche di un addio al veleno.

Le parole di Andrea Dovizioso

Ecco cosa ha detto il motociclista italiano ai microfoni di Motorcycle News:

Sono stati molti i motivi per cui ci siamo lasciati. Per esempio, quando è stato il momento di trattare il rinnovo, la Ducati non ha mai trovato il tempo per discuterne. Già questo fa capire com’era l’atmosfera. Non abbiamo avuto modo di parlare di soldi con loro, anche se il denaro non è mai stato un limite per me. Non è lo stipendio che mi ha fatto decidere di tornare. Non ho mai scelto una moto in base a quello che avrei guadagnato. Per questo motivo non ho voluto ritirarmi. Semplicemente avrei corso solo dove avrei voluto e alle mie condizioni. Si sono verificate una serie di circostanze, probabilmente sono stato fortunato. Yamaha era interessata a ricevere feedback da un pilota esperto proveniente da un’altra moto e lo sponsor mi voleva. La moto finora mi è sembrata ‘amichevole’, ma c’è tanto lavoro da fare. Alla fine del 2020 ho detto perché sarei stato disposto a correre con loro. Ho le idee chiare, indipendentemente dal fatto che siano buone o cattive. Il nostro test è stato un vantaggio reciproco, un bene per entrambi“.

Seguici su Metropolitan Magazine

(credit foto – pagina Facebook Andrea Dovizioso)

Back to top button