Calcio

Bari: tutto passa, Antenucci resta

È sicuramente Mirco Antenucci uno dei protagonisti delle ultime buone prestazioni del Bari, in particolare dell’ultima vittoria. Il successo per 3-0 sulla Viterbese ha infatti portato i biancorossi al primo posto del Girone C, raggiungendo quota 10 punti. È solo la quarta giornata, ma da queste prime gare è emerso uno spirito diverso dei galletti, più creativi e più prolifici davanti alla porta. Oltre però al grande lavoro della squadra e quindi del nuovo mister Auteri, è da sottolineare l’importantissimo e costante apporto di esperienza e carisma di uno dei leader dello spogliatoio: il numero 7, Mirco Antenucci.

antenucci
Mirco Antenucci, attaccante del Bari (Credits: SSC Bari Twitter)

Antenucci fa sempre gol

È un motto che non si smentisce da due anni e che si conferma domenica dopo domenica. L’anno scorso l’ex Spal ha vinto la classifica marcatori ed è risultato incisivo anche nelle fasi finali del torneo, segnando o partecipando ai successi (fino all’ultima gara) dei playoff. L’anno scorso 23 gol tra campionato, Coppa Italia e spareggi, mentre quest’anno ha già messo a segno 3 reti nelle prime quattro gare. Gli stimoli che gli ha dato una piazza come Bari, nonostante il salto di categoria evidente, sono sempre stati rimarcati dall’attaccante, che continua a non smentirsi.

Il suo apporto non si risolve però solamente in fase realizzativa, ma anche da un punto di vista carismatico. Avendo infatti alle spalle l’esperienza di aver giocato (anche con discreti risultati) in tutte le categorie, compresa la Serie A, risulta sempre un gradino sopra gli altri. Il Bari quest’anno parte sicuramente tra le favorite, anche grazie alla rivoluzione (azzeccata) dei De Laurentiis e all’apporto di un mister creativo come Auteri. Resta però una costante: Mirco Antenucci, testimonianza di un calcio che non ha età. E nemmeno categoria.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELL’AUTORE

Francesco Ricapito

Back to top button