Games

Arts and Architecture, la nuova espansione di Tapestry

Adv
Adv

Arts and ArchitectureJamey Stegmaier e Mike Young continuano ad implementare l’universo di Tapestry con questa seconda espansione. Tante nuove componenti, aggiornamenti alle regole ed un diverso tracciato; questo ed altro ci aspetta con il nuovo prodotto targato Stonemaier Games.

Arts and Architecture – Ambientazione & Ispirazione

Per un recap sulla precedente espansione “Plans and Ploys” e sulla tematica di Tapestry, potete leggere questo mio articolo in cui ne parlo.
Questa espansione aggiunge un nuovo percorso che potremo intraprendere per far evolvere la nostra civiltà, come da titolo: quello delle Arti.
Partendo dalle pitture rupestri, passando per la poesia epica e l’opera rock, fino a giungere allo streaming. Anche questa nuova plancia racconta come le arti abbiano sempre fatto parte della storia dell’uomo e di come abbia influito sulla sua evoluzione.

Essendo anche fonte di intrattenimento, l’Arte permette di ottenere dei bonus chiamati “Masterpiece Cards“, i quali andranno ad aggiungere altre rendite alla nostra fase “Income“.
Nuove miniature di edifici, decisamente più fantasiose delle precedenti (o meglio più “Artistiche”), vanno ad aggiungersi alla collezione di possibili obiettivi da raggiungere, per poter riempire le proprie capitali di vita e strutture.

arts and architecture
La maestosità di Tapestry al completo – PHC: Emanuele Iuliano

D20, tessere ispirazione e masterpiece – Contenuto: Con Cosa Giochiamo

Le dimensioni della scatola sono le stesse di “Plans and Ploys”.
In copertina troviamo una statua dominante sullo sfondo di una piazza, circondata da un’atmosfera autunnale, con una palette di rossi dominante. Presenti anche i soliti dirigibile e mongolfiera iconici.
Ecco il contenuto:

-5 Plance Civiltà asimmetriche
-6 Plance Capitali avanzate
-5 Carte Landmarks
-1 Tracciato Arti
-8 Miniature Edifici dipinte
-20 Carte Tapestry
-11 Carte Tecnologia
-20 Carte Masterpiece
-25 Segnalini giocatore
-3 Segnalini Landmarks
-1 Dado a 20 facce
-20 Tessere Ispirazione
-1 Guida di referenza

Ancora più materiale questa volta, per un’espansione che non nasce per sistemare eventuali mancanze del gioco base, bensì proprio per aggiungere più varietà e nuove meccaniche di gioco.
Come spesso accade, tutti i materiali possono essere mescolati insieme ai vecchi durante il setup, oppure separati come se fossero dei moduli.

Arts and Architecture, la nuova espansione di Tapestry
Alcune nuove componenti – PHC: Emanuele Iuliano

Arts and Architecture – Le novità

Cominciamo con il pezzo grosso: un vero e proprio tracciato nuovo, quello delle Arti.
Durante il setup andrà semplicemente posto accanto al tabellone e, vicino ad esso, la pila di carte Masterpiece. Anche questo percorso offre la possibilità di recuperare delle miniature edificio, rappresentate dai “landmarks token” aggiuntivi. Questi vanno prelevati non appena si sorpassano, a ricordare che quell’edificio non è più disponibile.

Il costo per avanzare nelle Arti non richiede delle risorse specifiche. Il primo livello vuole una risorsa qualsiasi, il secondo richiede 2 risorse diverse, il terzo altre 3 risorse qualsiasi, mentre per l’ultimo sono necessarie 2 risorse identiche.
Questo tracciato offre decisamente delle ricche ricompense. Alcune sicuramente già viste anche negli altri Track, altre invece collegate anche alle altre componenti di gioco.
Riguardo la “Masterpiece“, come già detto, vanno ad alimentare le nostre rendite durante l’apposita fase o quando ne apparirà il simbolo sullo stesso tracciato. Basterà posizionarle sullo spazio “Maker of Fire” per ricordarcelo.

Inoltre, sempre grazie alle Arti, sarà possibile potenziare i propri tracking delle rendite presenti sulle plance giocatori. Quando giungeremo sull’icona con la lampadina, potremo scegliere una “Inspiration Tile” tra i set personali disponibili e coprire quello già presente, potenziandolo.

arts and architecture
Il tracciato delle Arti – PHC: Emanuele Iuliano

Capitali Avanzate ed altro

Come nella precedente espansione, anche qui troveremo altre Civiltà da aggiungere alla grande varietà già presente. Ricordiamo che esse offrono un’interessante asimmetria al gioco, associate anche alle plance Capitale.
Questa volta, ne sono presenti ben 6 di tipo avanzato. Invece della classica griglia di 3×3 distretti, esse raffigurano isole, piazze ed atolli con forme particolari che assegnano i bonus in maniera differente.

Alcune nuove carte Tapestry, offrono addirittura la possibilità di piazzare su di esse gli edifici piccoli e grandi per ottenere forti benefici o PV
Lo stesso può valere per alcune nuove carte Tecnologia, le quali richiedono che uno dei Landmarks venga posto sulle stesse.

Cosa importante, sono le chiarificazioni ad alcune regole presenti alla fine del manuale di gioco.
– Non si può attivare lo stesso spazio su un tracciato, più di 1 volta nello stesso turno.
– Non si può rispondere all’azione di un avversario dopo la fine della propria ultima fase di Rendita.
– In caso di parità, vince chi ha l’edificio più alto.

Arts and Architecture – Titoli di coda

Abbiamo decisamente più modifiche al gioco base, grazie a questa estensione.
Tapestry è già di per sé un gioco bello ricco e soddisfacente; risulta chiaro che “Arts and Architects” nasce soprattutto per accontentare i fan.
Il tracciato delle Arti è decisamente invitante, offre molti spunti e bonus ma risulta poco efficace per la creazione di una strategia a lungo termine.
L’aggiunta di altre civiltà non fa che aggiungere varietà al gioco, anche se occorreranno davvero tante partite per testarle tutte. Interessanti invece sono le capitali avanzate, ne vedrei bene delle altre a sostituzione delle base.

Arts and Architecture, la nuova espansione di Tapestry
Altre bellissime componenti – PHC: Emanuele Iuliano

Riguardo l’estetica e i materiali, davvero non saprei cos’altro dire sul titolo e sulla casa editrice in generale. Tanta, tanta ottima qualità e gioia per gli occhi. A volte risulta un super incentivo per intavolare tale tipologia di giochi.
Questi edifici presenti, sono quelli che ho preferito maggiormente, sicuramente anche grazie alla vena fantasy che riportano.
Nota sulla sostituzione del dado, qui a 20 facce, per la necessità di aggiungere anche il tracciato delle Arti sulle facce dello stesso.
Arts and Architecture aumenta e varia l’esperienza di gioco con Tapestry, meglio di Plans and Ploys, regalando agli amanti di questo titolo un motivo in più per far spazio vicino alla sua importante scatola.

Scienza, Guerra, Esplorazione e Tecnologia fecero spazio alle Arti. Cosa sarebbe l’uomo senza la passione?

Have a good game!

Seguici su:

Adv
Adv

Emanuele Iuliano

Napoletano all'anagrafe ma viaggiatore di innumerevoli mondi grazie alla sua fantasia. I boardgames si annoverano fra le sue più grandi passioni, insieme a quella per la scrittura. Dall'unione di queste, nasce la voglia di entrare a far parte del team di Metropolitan Magazine Italia, in particolare tra i folli Unicorni di InfoNerd.

Related Articles

Back to top button