Calcio

Atalanta, ennesimo colpo del dt Sartori

Sono giorni molto complicati per colpa dell’emergenza legata al Coronavirus, tutto il mondo del calcio si chiede quando si potrà tornare al normale svolgimento delle attività sportive. Il calciomercato però non dorme mai, anche a campionati sospesi, ed è per questo che l’Atalanta continua a lavorare per il futuro.

Il riscatto dell’Atalanta

Si tratta del riscatto di Mattia Caldara, classe 1994, arrivato a Zingonia a Gennaio di quest’anno. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport pare non esserci alcun dubbio che il club presieduto da Antonio Percassi non riscatti il suo cartellino. L’Atalanta verserà alle casse del Milan, come concordato, un cifra intorno ai 15 milioni di euro. Un ottimo affare considerato quello che ha dimostrato Caldara in questi tre mesi di permanenza a Bergamo, ormai gli gli infortuni che hanno condizionato gli ultimi anni di carriera del difensore sembrano un lontano ricordo.

Il ritorno del figlol prodigo

Evidentemente la cura di Gian Piero Gasperini, suo mentore calcistico, ha fatto bene a Caldara. Il giocatore ha sentito subito la fiducia del mister che lo ha inserito in un ruolo importante nei suoi piani tattici. Sin qui nello scacchiere nerazzurro sia in campionato, sia in Champions è risultato assai utile nel sopperire alle assenze per acciacchi e squalifiche dei pari ruolo Toloi, Palomino e Djimsiti. Anche se c’è chi vorrebbe l’ex Milan tra i titolari visto le prestazioni non sempre eccepibili della difesa.

Qualità tecniche a parte, Caldara, è in perfetta linea con le qualità caratteriali e umane richieste dal Gasp per poter far parte della sua rosa. Bergamasco di nascita, giocatore umile ed encomiabile dal punti di vista comportamentale. Da ricordare che Mattia lasciò l’Atalanta nell’estate 2018 dove in 55 presenze totalizzò ben 10 reti. Fu acquistato dalla Juventus che lo girò quasi istantaneamente al Milan nello scambio per arrivare a Bonucci.

La cifra del riscatto potrà dare respiro anche alle casse del Milan, alle prese con un bilancio da tempo sofferente e costantemente alla ricerca di nuovi introiti da investire sul mercato. A cominciare dai 2,5 milioni che il club rossonero stanzierà per il riscatto dal Siviglia dell’ex atalantino Simon Kjaer che, numericamente, prenderà il posto di Caldara.

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter ufficiale Metropolitan Magazine Italia

Back to top button