Calcio

Atalanta, il piano per arrivare a Caldara

Questa Atalanta è una perfetta macchina da gol, automatismi che girano a meraviglia e che presto potranno essere anche migliorati dal ritorno in campo del suo principale terminale offensivo, Duvan Zapata, oltre che dal mercato in entrata

È un momento fantastico per l’Atalanta che ieri è già tornata ad allenarsi a Zingonia con un’amichevole a porte aperte. La squadra di Gasperini lunedì ha vinto con un trionfante 5-0 la gara interna contro il Parma e ha confermato il quinto posto in classifica con 34 punti ad appena una lunghezza dalla Roma che attualmente occupa il quarto posto.

Il secondo 5-0 consecutivo ottenuto dai ragazzi di Gasperini rappresenta un record in Serie A.  Dalla stagione 1958/59 nessuna squadra del nostro campionato non raggiungeva quota 48 gol nelle prime 18 giornate.

La stagione dell’Atalanta di Gasperini è stata piena di soddisfazioni fin qui, una grande conferma dopo lo scorsa anno. (PHOTO CREDITS: MONDOUDINESE.IT)

Alla luce di questi grandi risultati e traguardi però la domanda che si pone Gasperini e la società di Percassi è sempre la stessa: come si può migliorare questa Atalanta?

Il tecnico Gasperini si è già espresso sulla necessità di guardare al futuro con innesti di qualità e funzionali alla sua filosofia di gioco. Il primo della lista dei desideri del Gasp è Mattia Caldara.

Il piano per convincere il Milan

Il difensore classe 1994 è attualmente un giocatore del Milan, ma è praticamente fuori dal progetto tecnico dei rossoneri e ha ormai deciso a cambiare aria in cerca di riscatto.

Caldara è stato una delle operazione più importati del Milan dell’estate 2018 che si è assicurato le sue prestazioni per una cifra vicina ai 35 milioni di euro. Il giovane ha firmato con il club un importante contratto da circa 3 milioni di euro, ma con appena due partite giocate in un anno e mezzo e due gravi infortuni (al tendine d’achille e al legamento crociato) si può dire non abbia mai potuto dimostrare di valere la grossa cifra investita su di lui.

Atalanta
Caldara viene da un anno e mezzo molto travagliato tra infortuni e panchine con la maglia rossonera. (PHOTO CREDITS: GIANLUCADIMARZIO.IT)

Considerando il suo valore a bilancio e il fatto che i rossoneri non vogliono fare minusvalenza, la strategia di Percassi potrebbe essere la richiesta di un prestito di 18 mesi, fino giugno 2021. Successivamente poi il riscatto a favore dei bergamaschi sarebbe per una cifra attorno ai 15 milioni di euro. Valutazioni calcolate per convincere il Milan, che con queste cifre non metterebbe così a bilancio una minusvalenza.

I dubbi maggiori della società bergamasca sono sull’integrità fisica del ragazzo dato i due grossi infortuni subiti nell’ultimo anno e mezzo, ma Gasperini è convinto di poter recuperare il giocatore che lasciò partire direzione Milano. Vedremo se la società nerazzurra sarà capace di accontentare le richieste del suo tecnico.

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter ufficiale Metropolitan Magazine Italia

Back to top button