Tennis

ATP Anversa: va a Sinner il derby tra fenomeni azzurri contro Musetti

Jannik Sinner scrive il suo nome nel primo capitolo di una sfida che si spera possa regalarci tante emozioni in futuro. L’altoatesino ha battuto un Lorenzo Musetti che conferma l’ottimo tennis giocato ieri contro Mager e vola ai quarti di finale dell’ATP di Anversa. Qui incontrerà il francese Arthur Rinderknech.

ATP Anversa: ottavo quarto di finale in stagione per Sinner

In un primo set in equilibrio abbastanza statico l’ago della bilancia punta più verso Musetti; non solo perché il carrarese ottiene l’unica palla break dei primi dieci game, ma anche perché è quello che prova di più a uscire dallo scambio e decidere (nel bene e nel male) il punto. Specchio di ciò è il conto di vincenti e gratuiti piazzati dai due: al termine del set per Musetti si saranno contati 6 vincenti e 13 errori non forzati; per Sinner invece il conteggio recita 5 punti diretti e 6 gratuiti. A far uscire il match dai binari, dopo 47 minuti, arriva il break di Jannik, che ringrazia Lorenzo per una volèe semplice finita in rete. L’altoatesino ottiene il suo 12esimo, 13esimo e 14esimo punto del set vinto sulla seconda di servizio e lascia a zero il giovane connazionale, chiudendo sul 7-5.

La situazione di equilibrio nel secondo set dura solo per due game: nel primo Musetti è costretto a fare gli straordinari e salvare due palle break, andando al secondo game dopo aver piazzato due ace consecutivi. Il carrarese, che continua a giocare un ottimo tennis, nel terzo game deve però cedere la battuta a un Sinner che alza ancora di più l’asticella. L’altoatesino vince terzo, quarto, quinto e sesto game grazie a un parziale di 16 punti a 5 e nel settimo gioco ha a disposizione i primi due match point. Musetti vuole uscire dal campo a testa alta e annulla i due match point, ma nel gioco successivo Jannik, con il servizio a disposizione, trasforma il terzo e con il 6-2 conquista per l’ottava volta in stagione i quarti di finale di un torneo ATP. Lorenzo non riesce nuovamente ad arrivare al terzo incontro di un torneo, ma dà dimostrazione di essere tornato ai livelli della prima parte della stagione, e questo non può che far piacere.

ENRICO RUGGERI

Photo Credit: via Twitter, @Ladal17

Seguici su Metropolitan Sport

Back to top button