ATP Challenger: Quimper ed Antalya i tornei della settimana. Il programma

In attesa che possano finalmente prendere il via gli appuntamenti australiani del mese di febbraio, il circuito Challenger va avanti. Dopo che nella mattinata di ieri si è concluso il primo appuntamento stagionale dell’ ATP Challenger Tour, questa settimana il circuito riparte da Quimper ed Antalya. Il torneo francese si disputa sul veloce indoor mentre quello turco sulla terra battuta.

Gli italiani impegnati a Quimper in un tabellone d’eccellenza

Nella foto in azione la promessa americana Sebastian Korda- Photo Credit: via Twitter, @usta

Sono tre gli italiani impegnati nel tabellone principale del torneo ATP Challenger di Quimper. Sarebbero potuti essere quattro ma purtroppo ieri Stefano Napolitano è stato eliminato nel primo turno di qualificazione contro il rumeno Marius Copil. Sono previsti per la giornata di oggi i match di primo turno di due tennisti azzurri. Si tratta di Roberto Marcora (n.180 ATP) e Federico Gaio (n.136 ATP). Il primo scenderà in campo intorno alle ore 16 contro la wild card francese Evan Furness (n.424 ATP) mentre il secondo se la vedrà contro il lettone Ernest Gulbis (n.185 ATP), ultimo incontro in programma sul centrale.

Roberto dovrà stare particolarmente attento. Affronta infatti un ragazzo in totale fiducia. Furness ha chiuso il 2020 conquistando tre M15 consecutivi ad Heraklion e nei primi due tornei del 2021 ha conseguito una finale e una vittoria in due M15 andati in scena sul duro di Manacor. L’obiettivo ora è affermarsi anche a livello Challenger. Sembra invece più che abbordabile il match per Federico. Gulbis si trova particolarmente a suo agio in condizioni indoor è vero, ma è altrettanto vero che viene da otto primi turni consecutivi. L’ultima sua vittoria risale alla fine del mese di agosto quando vinse al primo turno dell’ ATP Challenger di Ostrava. L’ultimo italiano nel main draw è Thomas Fabbiano (n.174 ATP). Il pugliese è stato sorteggiato al primo turno contro il tedesco Yannick Maden (n.172 ATP).

Il tabellone dell’ ATP Challenger di Quimper è di quelli eccellenti. C’è grande attesa soprattutto per il ritorno di Lucas Pouille (n.74 ATP), testa di serie numero uno. L’ex top ten transalpino infatti ha saltato tutto il 2020 per via di un’operazione al gomito ed è inevitabilmente sceso in classifica. Il suo avversario di primo turno è lo slovacco Filip Horansky (n.184 ATP). L’altra grande attrazione è poi sicuramente Sebastian Korda (n.103 ATP), testa di serie numero due. Il giovane americano ha stupito tutti centrando la prima finale ATP in carriera a Delray Beach e adesso vuole l’ingresso tra i primi cento al mondo. Al primo turno troverà un qualificato. Un ulteriore protagonista sarà Arthur Rinderknech (n.135 ATP), vincitore ad Istanbul la settimana scorsa.

Musetti guida la truppa azzurra ad Antalya

Nella foto Lorenzo Musetti- Photo Credit: via Twitter, @atptour

Nell’ ATP Challenger di Antalya ci sono quattro tennisti italiani presenti nel tabellone principale. La speranza è che questo gruppo si possa ulteriormente allargare. Sono infatti impegnati nelle qualificazioni Gian Marco Moroni (n.230 ATP), Andrea Arnaboldi (n.272 ATP) e Andrea Pellegrino (n.280 ATP). Fino ad ora tuttavia non si è giocato neppure un quindici per via del maltempo che si è abbattuto sulla cittadina turca.

Ad Antalya, pioggia permettendo, dovrebbero iniziare nella mattinata italiana le qualificazioni e, a partire dall’ora di pranzo, i primi incontri di main draw. Il primo azzurro a scendere in campo sarà Lorenzo Giustino (n.154 ATP) mentre nel pomeriggio sarà il turno di Lorenzo Musetti (n.129 ATP). I due affronteranno rispettivamente il ceco Zdenek Kolar (n.224 ATP) e il cileno Alejandro Tabilo (n.169 ATP). C’è tanta attesa soprattutto per Musetti, che non vince due partite consecutive dal Sardegna Open. Importante sarà vedere come il giovane italiano riuscirà a gestire il cambio di superficie. Non gioca su terra proprio dal torneo sardo.

Gli altri due italiani impegnati nell’ ATP Challenger di Antalya sono Paolo Lorenzi (n.150 ATP) e Alessandro Giannessi (n.165 ATP). Sorteggio molto complicato per il toscano, che se la vedrà contro il potente tedesco Altmaier (n.132 ATP), che tanto bene aveva fatto al Roland Garros. Per il ligure invece il giocatore slovacco Kovalik (n.125 ATP), semifinalista la scorsa settimana all’ ATP Challenger di Istanbul. Anche in Turchia il main draw è di alto livello. Le prime due teste di serie sono rispettivamente lo spagnolo Jaume Munar (n.110 ATP) ed il colombiano Daniel Elahi Galan (n.115 ATP). Presenti anche l’argentino Facundo Bagnis (n.126 ATP) ed il next gen brasiliano Thiago Seyboth Wild (n.118 ATP). Si rivede anche il giovane tedesco Rudolf Molleker (n.217 ATP), dopo una stagione 2020 da dimenticare.

Enrico Ricciulli

© RIPRODUZIONE RISERVATA