Metropolitan Today

Le avventure di Pinocchio, Collodi: il 7 luglio 1881 la pubblicazione

Le avventure di Pinocchio di Collodi: una delle storie più amate dai bambini di tutti tempi. E’ il 7 luglio 1881 quando, esce per la prima volta il romanzo. Ricordando la storia del burattino più famoso d’Italia, ed i fatti del giorno.

Le avventure di Pinocchio: storia di un burattino

Uno dei romanzi più amati della letteratura per l’infanzia. Scritto dal toscano Carlo Collodi, pseudonimo di Carlo Lorenzini: la stesura, originariamente, apparve a puntate tra il 1881 e il 1882. La pubblicazione originale iniziò con La storia di un burattino: successivamente la narrazione fu completata facendo confluire la storia interamente nel libro, uscito a Firenze nel febbraio 1883. Il protagonista è un burattino animato, Pinocchio, per l’appunto. Figlio di Mastro Geppetto, un povero falegname che desiderava un bambino. Il testo analizza le esperienze e i colpi di scena della marionetta. Le avventure di Pinocchio non è solo la storia di un burattino che vuole diventare un bambino vero; rappresenta una morale ben definita.

Le avventure di Pinocchio, frame tratto dal film di Matteo Garrone, 2019 - Photo Credits: web
Le avventure di Pinocchio, frame tratto dal film di Matteo Garrone, 2019 – Photo Credits: web

Pinocchio è infatti una chiara metafora della condizione umana. Un libro che è stato tradotto in 260 lingue, ispirando teatro, cinema, televisione. La trasposizione animata più nota è sicuramente quella di Walt Disney, datata 1940. Fra le più recenti, ricordiamo le due trasposizioni in cui appare Roberto Benigni; la prima, nel 2002, in cui l’attore interpreta il burattino. La seconda pellicola di Matteo Garrone risale invece al 2019; in quest’ultima, Benigni interpreta Mastro Geppetto. Il filosofo Benedetto Croce, reputò il libro di Collodi fra le più grandi opere della letteratura italiana.

Eventi storici del giorno

 Live Earth, l’enorme concerto del 7 luglio 2007: una maratona planetaria di concerti rock e pop. Al Live Earth, come qualche anno prima al Live Aid (1985), ci furono tutti i grandi della musica contemporanea: l’obiettivo fu sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi del surriscaldamento globale. Si ricorda un altro evento musicale: quello del funerale di Micheal Jackson. Era il 7 luglio del 2009 allo Staples Center di Los Angeles. Morto il 25 giugno dello stesso anno, a 50 anni, per una intossicazione acuta di propofol, un potente anestetico.

Stella Grillo

Io sono ancora di quelli che credono, con Croce, che di un autore contano solo le opere. (Quando contano, naturalmente.) Perciò dati biografici non ne do, o li do falsi, o comunque cerco sempre di cambiarli da una volta all'altra. Mi chieda pure quello che vuol sapere e glielo dirò. Ma non le dirò mai la verità, di questo può star sicura. Italo Calvino
Back to top button