Aziende attente agli sprechi: ecco come ridurli ed essere più green

Oggi sono numerosi gli imprenditori che conoscono l’importanza del green e della tutela dell’ambiente, e che intervengono di conseguenza. Non a caso, in Italia si trovano numerose aziende attente ad aspetti quali gli sprechi energetici, ma in realtà è possibile fare di meglio. Nel senso che ci sono imprese che ancora oggi peccano da questo punto di vista, dimostrandosi non all’altezza di una società sempre più spesso orientata verso la green economy. Magari perché alle volte si pensa, erroneamente, che questa possa diventare una spesa poco fruttuosa per il fatturato, ma si tratta appunto di un errore. Ed ecco alcuni suggerimenti per ridurre gli sprechi, andando incontro sia al pianeta, sia al risparmio sui costi.

Sprecare meno energia: consumare meno energia vuol dire spendere meno soldi, e aiutare anche l’ambiente, dato che si vanno a ridurre gli sprechi. Quindi è bene cercare anche sul web l’offerta sulla luce per l’azienda più adatta alle proprie abitudini di consumo, che andranno ovviamente analizzate prima, così da capire quale piano o tariffa si adatta meglio ad una specifica situazione.

Fare attenzione al riciclo: il riciclo è uno step che nessun’azienda intenzionata a diventare green può mancare. Si parla infatti di un passaggio cruciale, per abbattere la produzione di rifiuti, quindi per fare un favore al pianeta. In realtà il riciclo fa bene non solo all’ambiente ma anche alle casse dell’azienda, in quanto produce un risparmio sui costi (come nel caso del mancato acquisto dei materiali di cancelleria).

Car sharing e altre soluzioni di mobilità green: ci sono molte opzioni che l’azienda può sfruttare per andare incontro ad una mobilità green dei dipendenti. Un esempio può essere fatto citando la sensibilizzazione all’uso di bici elettriche (sempre più diffuse in Italia). Per quanto concerne le flotte aziendali, invece, ci sono delle soluzioni come il noleggio a lungo termine, una delle migliori per ridurre i costi delle automobili.

L’opzione dello smart working: oggi come oggi, un’azienda green non dovrebbe mai fare a meno di una modalità come lo smart working. Il lavoro in remoto, infatti, permette di ottenere diversi benefici a livello economico, sia per i dipendenti che per l’azienda stessa. Inoltre, ci si trova di fronte ad una pratica che va incontro pure alle necessità del pianeta, in quanto si usa meno l’auto e dunque si produce meno inquinamento.

Dal packaging alle business card: vestirsi di green è una missione che parte da piccoli dettagli, ognuno dei quali partecipa nel creare un brand davvero rispettoso dell’ambiente. Si parla ad esempio del packaging in materiali riciclabili, oppure dei biglietti da visita ecologici. Anche i gadget aziendali green rientrano in questa lista, come nel caso di quelli plastic-free e realizzati in materiali ecosostenibili, come il sughero o le bioplastiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA