MovieNerd

Battle Royale, il film in uscita il 20 ottobre sul grande schermo

Battle Royale è un film di Kinji Fukasaku, in uscita nelle sale cinematografiche italiane il 20 ottobre, in versione completamente rivisitata in 4k.

Battel Royale: la trama del film

Battle royale film photo credits wikipedia
Battle royale film

Battle Royale è un film del 2000 diretto dal regista Kinji Fukasaku, e ispirato all’omonimo romanzo di Koushun Takami. Battle Royale è stato uno dei videogiochi più in voga degli ultimi anni, soprattutto per la generazione Z. Il film in versione rivisitata è stato presentato all’anteprima italiana 24° Udine Far East Film Festival 2022.La rivisitazione in 4k è avvenuto da parte della Arrow Films nel 2021, che ha apportato modifiche da un negativo originale, appartenente alla stessa Arrow. Questa rivisitazione in 4k è stata approvata sia dallo sceneggiatore Kenta Fukasaku, che dal direttore della fotografia Katsumi Yanagijima, oltre a Toei Company, Ltd. La trama di questo film riprende quella del romanzo e del videogioco, portando con se avventura e suspense. La vicenda e molto simile a quella di altri film che hanno calcato la scena in questo settore fantascientifico, come Hunger games e Squid game.

42 studenti sono obbligati a sfidarsi in una battaglia all’ultimo sangue, alla fine della quale solo uno potrà risultare vincitore. Questa sfida è ambientata in Giappone, dove la società si ritrova in un periodo di crisi economica e sociale estremamente grave. Per cercare di risolvere la situazione vengono selezionati 42 studenti, obbligati a partecipare ad una competizione denominata Battle Royale. Questo fa parte di un programma annuale governativo per contribuire all’educazione dei giovani. I ragazzi vengono quindi spediti su un’isola deserta dove vengono forniti di un’arma. I giovani hanno il compito di eliminare i propri compagni entro tre giorni. Per controllare che i giovani facciano quanto richiesto, viene incaricato il crudele professore Kitano, che li sorveglia a distanza. In questa feroce battaglia soltanto uno può essere il vincitore.

Sonia Faseli

Segui su Google News


Back to top button