Beach volley: nuovo decreto. Cosa cambia?

Beach-Volley
Beach volley – Nuovo Decreto – Photo credit: web

Il 26 ottobre è entrato in vigore il nuovo decreto per lo svolgimento delle attività sportive.
La Federazione Italiana Pallavolo per garantire la sicurezza di tutti gli atleti, tecnici e staff resta in accorso con le normative emanate per limitare la diffusione del Covid-19

In primo luogo, è possibile svolgere le attività di beach volley e sitting volley, limitatamente ad eventi, competizioni e allenamenti di interesse nazionale.
In particolare nella nota federale possiamo leggere queste parole:

“Resta confermata la possibilità di svolgimento delle attività di beachvolley e sitting volley, limitatamente ad eventi, competizioni e allenamenti di interesse nazionale, o meglio: 
Campionato italiano di beach volley; 
Campionato italiano per società di beach volley; Tornei Serie Beach 1 e 2; 
Campionati di categoria beach volleu Under 16, 18 e 20;
Campionato italiano di sitting volley;
Supercoppa Italiana di sitting volley;
Coppa Italia di sitting volley”

Attività consentite nel decreto 

L’ attività sui campi coperti è consentita solo per lo svolgimento delle competizioni di interesse nazionale e per l’allenamento degli atleti agonisti abilitati
Si può comunque svolgere l’allenamento in centri e circoli sportivi all’aperto in rispetto nelle norme di sicurezza. 

È di fondamentale importanza, per tutelare la salute di tutti i tesserati alla FIPAV, rispettare le norme anti Covid e adottare comportamenti corretti; come è di primaria importanza la tutela dei rappresentanti legali della società.

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook e sulla nostra pagina Twitter!

© RIPRODUZIONE RISERVATA