Sport

Le parole di Belichick sulla sparatoria di Annapolis

Bill Belichick, head coach dei New England Patriots, ha parlato dopo la sparatoria avvenuta negli uffici della Capital Gazette, nella quale sono rimaste uccise 5 persone.

L’head coach ha pubblicamente fatto le sue condoglianze alle famiglie delle vittime ed ha definito la testata come “il giornale della mia città“.

Le parole sono state pubblicate su Twitter attraverso l’account ufficiale del team:

Il Capital è stato il giornale della mia città. Io e la mia famiglia abbiamo avuto un sacco di legami affettivi con molte delle persone che lavoravano là dentro. Il mio cuore va a tutte le vittime, i familiari e all’intera comunità di Annapolis per questa terribile e insensata tragedia“.

Belichick è cresciuto ad Annapolis, città dove ha praticato football e lacrosse prima di diplomarsi nel 1970 all’Annapolis High School. Suo padre, Steve Belichick, è stato assistente allenatore e scout presso la US Naval Academy che ha sede proprio nella città del Maryland.

Nella sparatoria di giovedì sono stati uccisi quattro giornalisti del quotidiano ed una commessa.
L’autore della strage, Jarrod W. Ramos, venne già indagato cinque anni fa per dei tweet minacciosi nei confronti della testata.

Timothy Altomare, capo della polizia della contea di Anne Arundel, ha detto che Ramos fosse lì per “uccidere più persone che poteva“.

Leggi anche: Cosa c’è dietro al suicidio di Tyler Hilinski? — I migliori Niners della storia — Tom Brady: tra presente e futuro

Ami il football e vorresti iniziare a scrivere degli articoli? Il nostro team è in costante ricerca di appassionati che hanno voglia di mettersi in gioco. Contattaci subito sulla nostra pagina Facebook ed entra a far parte del team di Metropolitan! 

Back to top button