Esteri

Joe Biden ad un passo dalla vittoria, ma l’America resta divisa

Il candidato democratico Joe Biden e sua moglie Dr. Jill Biden ad un passo dalla Casa Bianca (Photo by Win McNamee/Getty Images)

Ad ormai 24 ore dalla conclusione del voto americano si intravede la luce in fondo al tunnel. Dopo ore frenetiche con il susseguirsi d’informazioni contrastanti, Joe Biden, salvo ultimissime sorprese, sarà il 46esimo Presidente degli USA.

Manca, infatti, pochissimo al candidato democratico. Dovrebbe bastare la conferma della vittoria in Arizona e Nevada, dove è in vantaggio, per scongiurare l’ennesima rimonta di Trump che durante la nottata ha tenuto con il fiato sospeso milioni di americani e non solo.

Chi dava per morto Donald Trump si è dovuto ricredere e l’America si è scoperta oggi ancora più divisa e polarizzata di prima. Tutto lascia però presagire che se Trump ha quasi ormai certamente perso la battaglia elettorale non si darà per vinto nella guerra a colpi di ricorsi e riconteggi, forte anche della salda maggioranza repubblicana alla Corte Suprema.

Si attende solo la conferma ufficiale ma gli ultimi dati hanno frenato la rimonta di Donald Trump, che promette battaglia a suon di ricorsi

Le prime dichiarazioni di Trump non lasciano spazio all’immaginazione: “Abbiamo vinto, basta con il conteggio dei voti per posta”. In un tweet  dell’ultima ora rincara la dose: “Vogliono rubarci i nostri voti. È una grande frode per l’America [..] Chiederò alla Corte Suprema di bloccare il conteggio in tutti gli Stati” .

Un precedente questo che rischia di diventare molto pericoloso e a cui nessun altro candidato presidenziale era mai arrivato, nemmeno ai tempi dello scontro all’ultimo voto in Florida tra Bush e Gore nel 2000. 

Joe Biden, dopo aver sottolineato che “bisogna contare fino all’ultimo voto” è intervenuto da poco per dire “siamo sulla strada per la vittoria”, dopo l’affermazione ormai data per certa in Michigan e Wisconsin. All’una di notte ora italiana mancano solo 17 grandi elettori a Biden per raggiungere la fatidica soglia di 270 e diventare ufficialmente il nuovo Presidente degli Stati Uniti d’America.

Comunque andrà ormai un dato è chiaro: Joe Biden sarà il candidato che ha preso più voti popolari in tutta la storia americana (i voti cioè totali, senza tener conto di come funziona il sistema elettorale – https://metropolitanmagazine.it/guida-elezioni-usa-2020-trump-biden/ ) battendo persino il record detenuto da Obama. Un risultato questo che non si discosta poi di molto dal margine di 7-8 punti percentuali che davano i sondaggisti a vantaggio di Biden alla vigilia, ma probabilmente non abbastanza per garantire un passaggio di consegne senza turbolenze.

Vedremo nelle prossime ore quali saranno le mosse di Donald Trump, il rischio è che ci attendano giorni e settimane ad altissima tensione, in un momento storico già di per se complicato.

Back to top button