Musica

Brian May colpito da un attacco di cuore, i fan sotto shock

I fan di Brian May sono in subbuglio dopo la notizia che un attacco di cuore avrebbe preso il chitarrista dei Queen che in questi giorni era stato ricoverato in ospedale per altri motivi. Come spiega lo stesso componente di una delle band più famose al mondo, era stato costretto ad una corsa in ospedale dopo giorni di dolore al gluteo infiammato, portato dal suo medico di fiducia, che gli causava un fortissimo dolore alla colonna vertebrale.

https://www.instagram.com/p/CAg0d8bBXHv/

Brian May racconta come è andata

La sua fortuna, come racconta, è essere stato curato velocemente, e probabilmente trovarsi già in ospedale. Dai controlli si è accorto di avere tre arterie ostruite, e gli sono stati proposti dei bypass, ma Brian ha preferito degli stent, un’opzione meno invasiva.

“Da questo possiamo imparare che, anche se pensate di avere un cuore in salute fate dei controlli, anche io lo farò ogni tanto – ha concluso Brian May  –  Sono grato però di avere nuovamente una vita, la cosa strana è che una cosa del genere avrebbe potuto uccidermi, ma il dolore fisico che sto provando viene da una cosa completamente diversa. In ogni caso sto bene, non mandatemi messaggi di vicinanza perché sto bene, davvero, sono qui e ready to rock!

Sheer Heart Attack

Con la sua proverbiale ironia, ha scherzato sulla nota canzone dei Queen, Sheer Heart Attack.

“Beh, sono sempre stato preoccupato dal titolo di quel disco. Mi sono sempre chiesto se avesse potuto dare fastidio a qualcuno che, effettivamente avesse avuto un infarto. Beh, ora che faccio parte del club sono abbastanza sollevato, non lo trovo assolutamente fastidioso. Prendetevi cura di voi stessi. Ah, e perché i dischi della mia colonna vertebrale sono così schiacciati, beh, penso che 50 anni passati a correre in giro con una fascia di chitarra intorno la mia spalla sinistra possano avere un po’ di colpa. Ma forse ne è valsa la pena”.

Seguici su :

Metropolitan Music

Instagram

Twitter

Back to top button