Informare

Broker: chi sono e cosa fanno

Broker in italiano si traduce come intermediario. In passato un broker era una persona, che lavorava per una banca o per una società di gestione del credito, o anche per un’assicurazione. Il lavoro del broker è quello di valutare alcune tipologie di investimenti e di proporle ai propri clienti. Svolgono la medesima funzione anche i broker online, che propongono ai propri clienti alcune speculazione con specifici strumenti finanziari.

I broker e il trading online

In sostanza le società di gestione dei siti che consentono di fare trading online svolgono attività di brokeraggio, chi accede alle piattaforme di trading trova alcune proposte di investimento, già selezionate dal broker; in seguito comunica alla società le attività cui prendere parte e gli fornisce il capitale per farlo. È quindi sempre l’intermediario ad effettuare realmente le speculazioni, a nome del proprio cliente e sui mercati che consentono questo tipo di transazioni. Solitamente ogni broker disponibile online non solo seleziona le speculazioni da rendere possibili ai propri clienti, ma anche gli strumenti finanziari da proporre loro. In particolare il broker FXORO offre ai propri clienti speculazioni mediante strumenti finanziari derivati, come ad esempio i CFD. Alcuni broker si occupano di specifici ambiti, molto circoscritti; altri invece offrono ai propri clienti asset e speculazioni che fanno parte di diversi mercati e che appartengono a categorie assai differenti tra di loro. Un esempio classico è quello delle banche, che operano da broker e che offrono ai propri clienti speculazioni tramite compravendita di asset, così come prodotti quali quote di fondi comuni o anche strumenti derivati.

<strong>Broker: chi sono e cosa fanno</strong>

Scegliere il broker “giusto”
La proposta disponibile in rete è quindi molto variegata: si possono trovare tantissimi broker diversi, che offrono speculazioni attraverso strumenti molto differenti tra di loro. Non esiste quindi una soluzione perfetta per chiunque, quella che si potrebbe definire come la migliore in assoluto. Ognuno dovrebbe valutare sia il capitale che ha a disposizione, sia il tipo di strumento finanziario che il singolo broker propone, sia la soglia di rischio cui è disposto ad avvicinarsi. Ricordiamo infatti che più una speculazione propone potenziali profitti molto elevati e maggiore sarà anche il rischio che si sta correndo. È quindi essenziale valutare sempre con grande attenzione il tipo di speculazioni cui prendere parte.

Un broker sicuro
Il rischio di cui abbiamo appena parlato è quello correlato alla tipologia di investimento cui si decide di prendere parte. In rete è però possibile incontrarne anche un altro, che riguarda però l’affidabilità del broker. Purtroppo, come avviene in tutte le attività in cui entra in gioco del denaro, è potenzialmente possibile che si incontrino dei truffatori, pronti a ricevere il capitale del cliente per poi utilizzarlo in maniera impropria. Per avere la certezza di rivolgersi a un broker affidabile è bene verificare che abbia tutte le carte in regola. Lo si fa verificando la società di gestione di un sito di investimenti tramite la Consob, l’autorità italiana che si occupa della vigilanza sui mercati finanziari.

Back to top button