Il National Golf Links of America di Southampton (New York), è stato accusato da un suo caddie di non corrispondergli lo stipendio adeguato alle sue ore di lavoro. Una denuncia che potrebbe essere la prima di molte altre.

Le accuse del caddie Andrew Rodriguez

Andrew Rodriguez ha lavorato per 16 anni nel golf club americano e ha portato le mazze di personaggi illustri: George W. Bush, Michael Bloomberg (ex sindaco di New York) e Roger Waters (bassista dei Pink Floyd).
Le accuse però non si rivolgono ai suoi servizi in campo, bensì alle ore extra di lavoro non retribuite durante gli anni. Andrew Rodriguez avrebbe lavorato, di norma, 12 ore al giorno e non solo sui green, anche in lavanderia e come inserviente nei bagni. Il caddie invece veniva pagato solo per ogni giocatore “scortato” in campo, ossia 120$ a giro.

Clubhouse del National Golf Links of America
Photo Credits: Getty Images

Un cavillo legislativo permetterebbe questo trattamento

La disputa sta nel fatto che il golf club non consideri i suoi caddie né come impiegati né come lavoratori autonomi, avvantaggiandosi di questa posizione intermedia che avrebbe permesso di farli lavorare senza garanzie sulla retribuzione.
Il circolo non ha ancora risposto pubblicamente alle accuse (come afferma il New York Post), arriverà di certo un chiarimento dato che si tratta di uno dei più rinomati e costosi circoli d’America: 150.000$ è la somma necessaria per iscriversi.
La causa è solo all’inizio e le basi per una class-action sembrano esserci, così come affermato dall’avvocato di Rodriguez:

É importante che il Signor Rodriguez porti avanti la causa personale, così da dare un segnale ai suoi colleghi che sono stati obbligati a fare lo stesso.

Il golf club dà lavoro a molti caddie, dai 30 agli 80 a seconda della stagione. Quindi il procedimento giudiziario potrebbe durare a lungo, soprattutto in virtù del numero delle persone potenzialmente coinvolte.

Per rimanere aggiornati seguite la Nostra Pagina Facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA