Calcio

Calciomercato Roma, l’altra faccia delle (difficili) trattative

Il gran valzer delle trattative è finalmente aperto. Tutti i club europei avranno a disposizione questo corto, ma intenso, mese di gennaio per cercare di rafforzare le rose a disposizione dei rispettivi allenatori. Obiettivo? Accontentare i mister cercando di perseguire i focus stagionali individuati all’inizio di questa annata così lunga e dura da affrontare. Tra le squadre italiane più attive sul calciomercato c’è sicuramente la Roma di Josè Mourinho: dopo aver piazzato il primo, vero, colpo delle trattative tricolore ufficializzando l’arrivo dell’attaccante norvegese Ola Solbakken, il focus di Tiago Pinto si è rapidamente spostato sulle criticità emerse dai mesi di calcio giocato fin qui andati in archivio. Acquistare nuovi calciatori non è mai così semplice, ma la vera sfida che il General Manager portoghese dovrà affrontare è piazzare i tanti esuberi che non piacciono allo Special One.

Calciomercato Roma: le cessioni sono fondamentali, ma piazzare gli esuberi non è semplice

Calciomercato Roma, l'altra faccia delle (difficili) trattative
(Credit foto – Getty Images)

La Roma di Dan Friedkin vuole rispettare i paletti imposti dall’UEFA per il Fair Play Finanziario. Il piano presentato al massimo organo calcistico continentale pone dei limiti di manovra ai giallorossi che non vogliono incorrere in problemi. La parola d’ordine è cedere gli esuberi, prima di poter avere margine necessario per potere intervenire sul mercato senza che la lente d’ingrandimento di Alexander Ceferin si focalizzi, troppo, sul club romano.

Sono diversi i calciatori che dovrebbero lasciare Trigoria, almeno nei piani di Tiago Pinto: con l’arrivo di Ola Solbakken, ad esempio, la situazione per Eldor Shomurodov si è ancor più complicata: i capitolini vogliono venderlo, ma nessun club italiano o estero sembra essere intenzionato a prelevare l’uzbeko a titolo definitivo. La storia d’amore tra Rick Karsdorp e la Roma è terminata: dopo le parole del legale non è rimasto alcun margine per ricucire i rapporti. L’olandese piace alla Juventus (ma in prestito), ma qualche spiraglio tra Premier League e Eredivisie potrebbe rendere felice la tesoreria di Piazzale Dino Viola.

Da definire, inoltre, le situazioni che riguardano Marash Kumbulla, Edoardo Bove e Cristian Volpato: sul primo, mai amato follemente da Josè Mouruinho, c’è il forte pressing del Torino, mentre i due giovani potrebbero entrare nell’affare che porterebbe Davide Frattesi in giallorosso. Le chiacchierate con il Sassuolo, però, sono lontane dal giungere al lieto fine. Almeno a gennaio.

(Credit foto – Getty Images)

Seguici su Google News

Back to top button