Calcio

Calciomercato Spezia, pronto il sostituto di Italiano: Farioli scala posizioni

Adv

Vera rivoluzione delle panchine di Serie A nel singolare calciomercato a cui stiamo assistendo. Un cambiamento intriso di colpi di scena, arrivi clamorosi e dolorosi addii. Pensate che nella scorsa estate del tribolato 2020, furono soltanto tre le squadre di massima serie a cambiare allenatore, mentre per la prossima stagione le panchine con nuovi comandanti saranno, per il momento, dieci, ma presto potrebbero diventare tredici con gli arrivi ormai probabili di Italiano alla Fiorentina e del ritorno di Giampaolo alla Sampdoria dell’istrionico presidente Ferrero. Sì, ne manca una al conto. All’appello, infatti, manca un allenatore filosofo: è Francesco Farioli.

Francesco Farioli: l’allenatore filosofo che ha stregato lo Spezia

Sembra sia il giovanissimo Francesco Farioli a sostituire l’emergente Vincenzo Italiano alla guida dello Spezia. Nato nella Valle del Serchio, nell’antico borgo di Barga nel 1989, e abbandonata presto l’idea di diventare un portiere, Francesco si laurea in Filosofia all’Università di Firenze con la tesi “Filosofia del Gioco. L’estetica del calcio e il ruolo del portiere“. Dopo alcune esperienze nel calcio dilettantistico e persino presso un’accademia di portieri in Qatar, viene chiamato ad allenare i portieri del Benevento da quello che sarà il suo mentore: Roberto De Zerbi. Dopo il Sassuolo (sempre con De Zerbi), compie il grande salto in Turchia: prima come secondo all’Alanyaspor ed infine nel marzo di quest’anno viene ingaggiato dall’ambizioso Fatih Karagurmuk, club con il quale conquista l’ottavo posto in campionato ma, soprattutto, si segnala come il più giovane allenatore italiano, nei campionati di rilievo, con i suoi 32 anni.

La firma sul contratto che dovrebbe legarlo alla società ligure del presidente americano Robert Platek potrebbe arrivare nelle prossime ore e Farioli diverrebbe così il più giovane allenatore in Serie A. Un altro famoso allenatore-filosofo lo ha preceduto nel nostro massimo campionato: Francesco non era ancora nato sulle colline della verde Garfagnana quando Manlio Scopigno, detto appunto ‘il filosofo‘, portava il Cagliari alla conquista dello storico scudetto 1969-70. Che gli sia di buon auspicio.

Francesco Iasimone

Seguici su Metropolitan Magazine

Credit foto: pagina Facebook di Francesco Farioli

Adv
Adv
Adv
Back to top button