Calcio

Calciomercato Torino, fattore “K” attivato: offerte per Kurtic e Kouamé

Un pari che ha il sapore della sconfitta quello ottenuto dal Torino tra le mura amiche contro lo Spezia. Difficile trovare alibi per una squadra che ha giocato in superiorità numerica per praticamente tutta la gara, a causa dell’espulsione dopo otto minuti dello spezzino Vignali. Un anonimo 0-0 che getta nel baratro Giampaolo e tutta la squadra. Ora, i tifosi attendono risposte da parte della società, che ancora non ha annunciato nuovi rinforzi e che anzi, ha operato solamente in uscita con la cessione di Meité al Milan. Il calciomercato dei granata potrebbe attivare, ben presto, il fattore “K”: piacciono Jasmin Jurtic e Christina Kouamé.

Torino, presentata l’offerta per Kurtic: c’è il sì del giocatore

Una mossa però è stata effettuata da Vagnati: il Torino, riporta Sky Sport, ha presentato un’offerta ufficiale al Parma per riportare a casa Jasmin Kurtic, che ha già vestito la maglia granata nel 2014 con 16 presenze condite da una rete. Lo sloveno accetterebbe di buon grado un ritorno sotto la Mole e, anzi, starebbe spingendo affinché la trattativa possa andare in porto. Per i tifosi sarebbe un ritorno graditissimo, entro lunedì potrebbe arrivare la fumata bianca con i piemontesi pronti ad investire 4 milioni per il cartellino del centrocampista degli emiliani.

Il Torino non molla Kouamé: c’è l’offerta.

In attacco continua la caccia al vice-Belotti ed il sogno è sempre Christian Kouamé. Il giovane ivoriano, che piace anche all’Hellas Verona, continua ad essere l’obiettivo numero uno per il reparto avanzato. Anche in questo caso, ci sarebbe già l’offerta da parte della società granata: 16 milioni più 2 di bonus. La Fiorentina prende tempo, considerata anche la stima che Cesare Prandelli ha nei confronti del calciatore che si è sbloccato in Coppa Italia contro l’Inter. Stima che non toglierebbe, comunque, definitivamente dal mercato l’ex Genoa: nelle prossime ore si potrebbero avere delle risposte, con buona pace dei tifosi che iniziano, giustamente, ad essere preoccupati per una posizione di classifica che diventa sempre più preoccupante e rossa.

GIOVANNI MASSAIU

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button