Calcio

Calciomercato Torino, Juric è stato chiaro: serve una rivoluzione

Il campionato di massima serie corre, veloce, verso il suo epilogo con l’ultima giornata che chiuderà i giochi della Serie A. È stato un torneo combattuto, piuttosto equilibrato, che si è tenuto per gli ultimi novanta minuti tre, importanti, verdetti. C’è, ancora, da assegnare lo scudetto, mentre la corsa europea si è definita con le sette squadre italiane che parteciperanno a Champions League, Europa League e Conference League che hanno ufficialmente staccato i rispettivi pass. Attenzione, anche, alla zona salvezza con Salernitana e Cagliari che lotteranno per non raggiungere Venezia e Genoa in Serie B. Grandi emozioni, quindi, ci attendono in questo atto finale. In questo clima d’incertezza e di forte tensione, però, le società strizzano l’occhio verso il prossimo futuro. Obiettivo: migliorare sensibilmente le rose in vista della stagione che verrà. A piccoli, ma consistenti passi, si avvicina sempre più il periodo delle contrattazioni estivi, la finestra dedicata ad acquisti e cessioni più ampia dell’intero anno. Sogni di gloria per i tifosi, lavoro duro e serrato per i club di tutta Europa. Nello specifico, il calciomercato del Torino potrebbe attuare una grande rivoluzione voluta da Ivan Juric.

Calciomercato Torino: Juric chiede ben dieci innesti

Il Torino non ha chiuso benissimo il campionato: i granata sono stati sconfitti, infatti, dalla Roma di Josè Mourinho per 3-0. Niente drammi: la stagione è stata comunque positiva, ma il tecnico croato vorrebbe migliorare ancor di più la profondità della rosa. Nella conferenza stampa di ieri, parlando di calciomercato, il mister si è sbilanciato parlando di dieci innesti per alzare l’asticella:

Quattro-cinque innesti nuovi? Io ne ho contati dieci da mettere dentro. Basta fare i conti, tra i prestiti, quelli in scadenza. Mandragora se lo prendiamo è uno, perché non lo conto come giocatore del Torino ora. Abbiamo sei prestiti, e tre scadenze. Qualcuno come Bremer sarà venduto. Se fai i conti, siamo lì, sui dieci giocatori da prendere. Summit di calciomercato? Con Davide (Vagnati, ndr.) parliamo ogni giorno per creare le idee e quello che potrebbe essere. Col presidente ci vediamo la prossima settimana, sarà lui a decidere che strada deve prendere la società, come sempre

Ma quali sono i ruoli che Ivan Juric vorrebbe vedere puntellati? La lista della spesa dell’ex Hellas Verona prevede l’acquisto di un portiere, un difensore centrale, due terzini, due centrocampisti centrali, tre trequartisti/ali ed un attaccante. Una rivoluzione necessaria, secondo il vulcanico tecnico, per cercare di avvicinarsi ulteriormente alla Conference League.

(Credit foto – pagina Facebook Test – Repubblica)

Back to top button