Canone RAI: come non pagarlo (legalmente)

Canone RAI: in base alle leggi vigenti, la tassa legata al canone ammonta a 90 euro annui ed è impossibile da evitare!

Canone RAI, per molti italiani è una tassa non proprio gradita ed è impossibile da evitare in maniera illegale.

Chi possiede un televisore in casa se la ritrova inclusa nella bolletta dell’elettricità e fino a poco fa non c’era un modo per evitare di pagare il canone.

Canone RAI, come ottenere l’esenzione

Solo chi soddisfa alcuni requisiti pubblicati sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate può richiedere di non pagare più il canone.

Secondo quanto riportato dalla guida, i cittadini che hanno compiuto 75 anni, con un reddito annuo non superiore a 6.713,98 euro, sono esonerati dal pagamento.

Sono anche esentati dal pagamento del canone tv, per effetto di convenzioni internazionali:

  • gli agenti diplomatici (articolo 34 della Convenzione di Vienna del 18 aprile 1961)
  • i funzionari o gli impiegati consolari (articolo 49 della Convenzione di Vienna del 24 aprile 1963)
  • i funzionari di organizzazioni internazionali, esenti in base allo specifico accordo di sede applicabile
  • i militari di cittadinanza non italiana o il personale civile non residente in Italia di cittadinanza non italiana appartenenti alle forze NATO in Italia (articolo 10 della Convenzione di Londra del 19 giugno 1951).

Inoltre, i cittadini che non detengono un apparecchio televisivo e sono intestatari di un contratto di energia elettrica residenziale possono presentare la dichiarazione sostitutiva di non detenzione per evitare l’addebito in bolletta.

Per ottenere l’esonero è necessario che nessun componente della famiglia anagrafica detenga un apparecchio televisivo.

Segui gli aggiornamenti su FB