Catania-Casertana: si gioca a porte chiuse

Foto dell'autore

Di Redazione Metropolitan

La notizia era nell’aria. Da ore si vociferava della possibilità di giocare a porte chiuse; così sarà per Catania-Casertana.

Tutto parte dalla Questura di Catania, la partita Catania-Casertana dovrà disputarsi a porte chiuse. Il motivo è semplice: i soli 35 steward disponibili per una partita a cosi alto rischio non sono ritenuti sufficienti per la Questura. La rivalità tra la tifoseria del Catania e quella della Casertana è accesissima, proprio per questo non si è voluto rischiare niente. Inizialmente la richiesta della Questura era di 105 steward per la partita, richiesta respinta al mittente. La crisi del Catania continua, e questo è solo un altro capitolo di una stagione da incubo.La Questura aveva fatto richiesta di 105 steward. E’ questo l’ennesimo capitolo di una stagione disgraziata per la squadra etnea.

E’ quindi ufficiale, Catania-Casertana si giocherà a porte chiuse. Questo il comunicato della società:

Guai fuori, ma soprattutto, dentro al campo: sono solamente 20 i punti in 14 gare disputate, in una stagione definita da molti come la peggiore degli ultimi 5 anni. La gara con la Casertana (ore 15:00) è da portare a casa se si vuole dare un segnale a tutto l’ambiente Catania. Così ha parlato mister Lucarelli prima del match:

“Sto lavorando per costruire una mentalità. Negli anni sono cambiati giocatori e allenatori, ma alcuni problemi restano irrisolti. Promozioni non ne sono arrivate. Non posso più lavorare sul singolo, ci vogliono scelte coraggiose”.

EDOARDO DI NUZZO

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELL’AUTORE

Pagina Facebook dell’autore

Account Twitter dell’autore

Seguici su:

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter ufficiale Metropolitan Magazine Italia