Moda

Cher: i look camaleontici di Bob Mackie

Adv

Cher l’icona hollywoodiana che, anche con i suoi look, occupò un posto singolare nella cultura pop. Cantante e attrice che catturò l’attenzione del pubblico per decenni. È nata a El Centro, in California, il 20 maggio 1946 e oggi compie 76 anni. La carriera di Cher rappresenta un viaggio in costante evoluzione, dall’entrata in scena con il marito Sonny Bono, alla conquista della scena hippy degli anni Sessanta.

La sua bellezza, diventò icona, caratterizzata dai lunghi capelli neri, il fisico statuario e l’abilità nel tirare fuori le tendenze psichedeliche degli anni Sessanta. La coppia si presentava spesso con look coordinati, i trends provati in primis da Cher contaminavano in seguito lo stile di Sonny Bono, creando armonia all’interno del duo.

Cher e i look di un’icona: dietro il suo stile c’è Bob Mackie

Il talento, la versatilità e la capacità di Cher di sfoggiare alcuni degli abiti più stravaganti mai indossati da una celebrità l’hanno tenuta sotto i riflettori e ispirato generazioni di artisti. Incontrò lo stilista Bob Mackie, mentre era ospite al “The Carol Burnett Show” e non se ne separò più. La semplicità non era una caratteristica ricercata da Cher e Bob, i due volevano sbalordire e attrarre a sé la scena.

Uno dei momenti più memorabili è stato durante gli Oscar del 1986, quando Cher fu premiata per “Moonstruck”. Indossò un top corto, una gonna e un copricapo di piume personalizzati da Mackie. Fu uno dei look più memorabili di sempre. Il suo guardaroba è un’espressione della sua abilità artistica, ma è anche ciò che le piace indossare, poiché rappresenta la sua personalità controcorrente.  Ancora oggi, continua a indossare look esagerati come giacche di pelle, abiti carichi di paillettes e body “pericolosamente” sgambati.

Cher: tra lustrini e paillettes

Bob Mackie è riconoscibile per una sua peculiarità in particolare: il luccichio. Le paillettes e gli strass, vengono saggiamente utilizzati per ottenere capi che fanno sognare. Include giochi di trasparenze, aderenze che non lasciano molto spazio all’immaginazione, un “vedo-non vedo” molto sensuale. L’obiettivo che i due si sono prefissati è quello di rafforzare lo spettacolo, intrattenere il pubblico e aumentare l’aura glam delle star.

I costumi eccessivamente spettacolari sono stati essenziali per rendere Cher un’icona indimenticabile. Capi coraggiosi, che solo lei ha saputo sfoggiare con estrema semplicità quasi come se fosse una seconda pelle. Lo stilista Bob Mackie ha individuato subito la personalità di Cher e l’ha esaltata, portandola al massimo splendore.  

Silvia Colaiacomo

Adv
Adv

Related Articles

Back to top button