Nella storia dei Chicago Bears la questione Quaterback è sempre stata un cruccio importante. Eppure sin dal 1966 i Bears hanno selezionato quattro Quaterback al primo round. Nel Draft del 1979 i Bears infatti scelsero Dan Hampton (scelta numero 4 assoluta), nello stesso anno in cui come scelta numero 82, fu preso Joe Montana dai 49ers.

Eccezione fatta per McMahon

Nel 1982 i Chicago Bears selezionano Jim McMahon come numero 5 assoluto del draft. Lo stesso McMahon che permise alla franchigia di vincere il loro unico Super Bowl nel 1985. Non solo, fu anche il record-man dei Bears in assoluto fino ad ora, con il miglior win-loss di sempre per la squadra, segnato a 46-15.

Chiago Bears e Patrick Mahomes

Volando velocemente al 2017, i Chicago Bears, al momento del draft, scelgono Mitchell Trubisky come seconda scelta assoluta. Lo stesso anno, alla decima scelta i Kansas City Chiefs selezionano il futuro vincitore del Super Bowl LIV del 2020, Patrick Mahomes. Sempre nello stesso Draft gli Houston Texans selezionano un altro ottimo Quaterback, Deshaun Watson, alla dodicesima scelta.

“Trubisky è stato forzato a giocare troppo presto” ha affermato Jim Miller, ex quaterback dei Bears ed analista televisivo della preseason “Non penso che i risultati di stagione sarebbero stati differenti se avessero fatto giocare Mike Glennon l’intera stagione”.

Mitchell Trubisky - Getty Images

La situazione si ripete con l’arrivo della nuova season, dove i Bears hanno messo sotto contratto l’ormai veterano Nick Foles, arrivato direttamente da Jacksonville. Scelta che ha sicuramente lasciato perplesso Mitchell, ma che, a suo dire, lo ha reso più motivato a dare il meglio. Una figura come Foles può indubbiamente aiutare la squadra grazie all’esperienza e alle qualità. Non è chiaro chi però sarà il titolare di stagione, anche se Trubisky afferma di sentirsi tutt’ora il Quaterback in carica dei Bears e che questo nuovo compagno di reparto spingerà entrambi a migliorare sulle singolari prestazioni stagionali.

Negli anni i Quaterback in casa Bears si sono susseguiti con cadenze molto strette, il che ha sempre reso particolare l’analisi delle scelte fatte dalla squadra. Sarà sicuramente interessante quest’anno, vedere come la situazione evolverà con questa coppia in attacco, che dovrà dimostrare di essere l’uno migliore dell’altro.

Che possa essere finalmente una svolta a Chicago? O dovremo attendere ancora un “McMahon” di seconda edizione?

Foto in copertina: Getty Images / 2018 Stacy Revere

Leggi anche: NFL, la salute dei giocatori è prioritariaDalvin Cook si rifiuta di allenarsi

© RIPRODUZIONE RISERVATA