Il Running Back Dalvin Cook sembra volersi rifiutare di scendere nel campo di allenamento per alcune questioni sorte con i Minnesota Vikings. A quanto pare la cosa potrebbe protrarsi anche con l’inizio della nuova stagione NFL.

Cambio di direzione

Il mese scorso Jeremy Fowler aveva twittato a riguardo di un buon confronto tra Dalvin Cook e Minnesota. Evidentemente da allora qualcosa è andato storto tra le due parti, vista la nuova reazione del Running Back.

Dalvin Cook ha dimostrato ottime prestazioni

Non c’è che dire, di certo Dalvin Cook nella scorsa stagione ha raggiunto il suo apice di carriera con le prestazioni portate in campo. 1,135 yards guadagnate e 13 touchdown segnati su 250 Rush, inoltre sul tabellino delle statistiche possiamo trovare 53 ricezioni che hanno portato a 519 yards guadagnate. Non dimentichiamoci che stiamo parlando di un Running back. Nella classifica del maggior numero di touchdown su corsa segnati in una stagione per un giocatore dei Vikings, lui si attesta come secondo, all’inseguimento di Adrian Peterson (18 TD nel 2009, ndr).

Molto probabilmente questi numeri hanno messo in moto dentro di lui un forte bisogno di essere ripagato adeguatamente, economicamente parlando. Difatti la sua è una aperta richiesta di estensione del contratto, senza il quale lui non scenderà in campo, come abbiamo detto.

L’anno prossimo, con un guadagno di 1,3 milioni, si chiuderà il terzo anno di contratto da Rookie. Cook infatti è stato draftato nel 2017 dai Vikings al secondo round, come 41esima scelta assoluta.

Data la sua presenza in campo di quest’anno, ci si aspetta di vederlo nel prossimo Pro Bowl in questa off-season.

Foto in copertina: Harry How/Getty Images

Leggi anche: Sean McVay, toccante meeting con i giocatoriYounghoe Koo, una incredibile seconda possibilità

Autore: Nicola Corradin

© RIPRODUZIONE RISERVATA