Games

Codex Naturalis, il manoscritto segreto: la recensione

Codex Naturalis – Un gioco di piazzamento carte per rievocare il leggendario manoscritto segreto che enumera le specie dei quattro regni che dimorano nelle foreste vergini.
Edito in Italia dalla Cranio Creations, si tratta di un elegante titolo per 2-4 giocatori e della durata di circa 25 minuti per partita. L’autore è Thomas Dupont, mentre la grafica è a cura di Maxim Morin.
Di sicuro vi innamorerete delle sue stupende carte e della sua praticità.

codex naturalis
Setup iniziale – PHC: Emanuele Iuliano

Codex Naturalis – Contenuto e Ambientazione

Le finissime e piccole carte del gioco sono racchiuse in un altrettanto “mistico” cofanetto quadrato di latta, realizzato con un colorato fronte in rilievo che non potrà fare altro che attrarvi.
Al suo interno possiamo trovare:
-40 Carte Risorsa
-40 Carte Oro
-6 Carte Iniziali
-16 Carte Obiettivo
-9 Segnalini in legno
-1 Tracciato Segnapunti

Le carte Oro differiscono da quelle Risorsa, proprio per alcuni dettagli delle illustrazioni realizzate in un oro prezioso che riflette la luce. Lo stesso oro che ritroveremo in abbondanza sulle carte Obiettivo e su quelle Iniziali.

Tramite tutte queste carte, che rappresentano le diverse pagine del Manoscritto, abbiamo quindi il compito di continuare il lavoro del monaco illuminatore Tybor Kwelein. Dovremo trovare la giusta combinazione per sovrapporre le varie pagine e raggiungere i nostri obiettivi, con l’ardua scelta di dover mettere a rischio alcune specie per far posto ad altre.

codex naturalis
Carte Oro e Risorsa – PHC: Emanuele Iuliano

Codex Naturalis – Come si gioca

Il setup prevede l’assegnazione di una carta Iniziale ad ogni giocatore, il quale potrà sceglierne il lato da utilizzare. Dopodiché ogni partecipante pescherà 2 carte Risorsa ed 1 carta Oro, dai rispettivi mazzi mescolati precedentemente. Da questi mazzi riveleremo anche 2 carte per tipo.
Inoltre, sceglieremo anche uno tra 2 Obiettivi segreti in nostro possesso, mentre l’altro lo scarteremo. Infine, verranno rivelati anche 2 Obiettivi che saranno, invece, comuni a tutti i giocatori.

La fine della partita è innescata in 2 modi: quando un giocatore raggiunge i 20 punti vittoria oppure quando entrambi i mazzi Risorsa ed Oro si esauriscono. Si termina il round in corso e se ne svolge un altro.

Il flusso di gioco è davvero molto semplice ed immediato. Nel nostro turno dovremo giocare una carta dalla mano e pescarne una di rimpiazzo fra le 4 a faccia in su o dalla cima di uno dei 2 mazzi.
La particolarità del gioco sta nelle regole di piazzamento.
La carte che vorremo piazzare dovrà coprire almeno un angolo di una delle carte già presenti nella nostra area di gioco. Potrà coprire anche più angoli, ma non della stessa carta. Eventualmente, nei casi di indecisione o difficoltà, potremmo anche giocarla per il suo retro, così da ottenere sicuramente una risorsa e 4 angoli vuoti.

Le carte Oro, a differenza di quelle Risorsa, richiedono dei requisiti raffigurati in alto al centro. Tali risorse necessarie, dovranno essere visibili prima di piazzare la carta Oro in questione. Esse, inoltre, potrebbero anche farci guadagnare dei punti vittoria.

Il gioco prosegue in questo modo fino alla fine della partita, dove verranno sommati i punti delle carte Obiettivo (comuni e segreto) che avremo soddisfatto.

codex naturalis
Le pagine del Manoscritto… – PHC: Emanuele Iuliano

Titoli di coda

Questo titolo rientra decisamente tra i miei filler preferiti. Innanzitutto per l’estetica, ma anche per la portabilità e la sua semplicità di gioco. Una semplicità che comunque ti tiene legato al tavolo in un mood di concentrazione e competizione.

La partita scorre in maniera davvero piacevole, nel totale relax ispirato dalle bellissime ed arcane illustrazioni delle carte. Quelle rifiniture in oro rendono Codex Naturalis un vero gioiellino da custodire con cura, proprio come un prezioso manoscritto!

L’interazione diretta non è presente, così come l’ambientazione. Spero vivamente di ritrovare, in futuro, qualche espansione che vada ad arricchire ancora di più questo carinissimo gioco.

Ogni pagina ha la sua importanza, quindi sceglietele con cura!

Have a good game!

Emanuele Iuliano

Napoletano all'anagrafe ma viaggiatore di innumerevoli mondi grazie alla sua fantasia. I boardgames si annoverano fra le sue più grandi passioni, insieme a quella per la scrittura. Dall'unione di queste, nasce la voglia di entrare a far parte del team di Metropolitan Magazine Italia, in particolare tra i folli Unicorni di InfoNerd.
Back to top button