Colpaccio Dea: 3 gol al Parma

Foto dell'autore

Di Redazione Metropolitan

La squadra allenata da Gasperini è riuscita ad espugnare il Tardini, grazie ad una doppietta del solito Duvan Zapata, adesso in piena corsa per il titolo dei cannonieri.

PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Bastoni, Gagliolo; Kucka, Scozzarella, Rigoni; Gervinho, Ceravolo, Siligardi. A disp. Frattali, Brazão, Dimarco, Diakhate, schiappacasse, Sierralta, Machin, Barillà, Gobbi, Gazzola, Dezi, Sprocati. All. D’Aversa.
ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Mancini, Palomino, Masiello; Hateboer, de Roon, Freuler, Castagne; Pašalić; Gomez, Zapata. A disp.: Berisha, Rossi, Reca, Gosens, Piccoli, Djimsiti, Pessina, Ibañez, Kulusevski, Iličić, Barrow.All. Gasperini.

GERVINHO SUBITO IN GOL, PAREGGIA PASALIC

Pronti via e Gervinho la insacca subito alla sua maniera: lancio in pronfondità, corsa dell’ivoriano e tiro che gonfia la rete all’8′ minuto, con il Parma che così può iniziare la partita in discesa, utilizzando la solita tattica di difesa e contropiede. Così fa il Parma, che cerca di subire il meno possibile gli attacchi arrembanti dei bergamaschi. Nulla può però la squadra di D’Aversa al 24′, con Pasalic che si trova in area, supera in maniera egregia un uomo e la butta dentro con grande freddezza: è 1-1. La partita dunque va avanti sotto questi binari: la Dea che attacca ed i parmensi che cercano di far male in contropiede, ma che non riesce a battere il portiere atalantino anche a causa della mancanza di Roberto Inglese, difatti la sua freddezza sotto porta manca parecchio.

Gervinho, ritornato al gol contro l’Atalanta. Credits: Repubblica

ZAPATA FA ANCORA LA DIFFERENZA

Il secondo tempo inizia sulla falsa riga del primo: i nerazzurri che dominano il gioco ed i ducali che si difendono cercando di ripartire. La differenza in campo però si nota, infatti l’Atalanta dopo svariate occasioni(soprattutto una con Castagne), la butta dentro, proprio su assist del belga, Zapata si fa trovare pronto, e la butta dentro con rabbia, facendo notare grande fiuto del gol. D’Aversa opta per una difesa a 5, pagandone le conseguenze. Oramai la partita sembra chiusa, i crociati senza forze cercano affanosamente il gol del pareggio, ma essendo sbilanciati troppo in avanti subiscono l’ 1-3: con un’azione simile al gol iniziale di Gervinho, Papu Gomez va via al difensore, mette il pallone in mezzo e Zapata ovviamente non sbaglia, siglando una bella doppietta, entrando in corsa per il titolo dei cannonieri.

Duvan Zapata, attaccante dell’Atalanta capace di segnare una doppietta, confermandosi un grande attaccante. (PHOTO CREDITS: PASSIONE INTER.COM)

Adesso l’Atalanta si avvicina al quarto posto, distante soltanto 3 lunghezze. La Champions è difficile da raggiungere, ma sognare sicuramente è lecito.