Sono giorni difficili per il popolo italiano e per l’intera nazione. Il Governo ha imposto una quarantena totale per evitare che il virus si diffonda. Nonostante ciò a Giugliano c’è chi evade dalla propria abitazione per giocare in strada con gli amici, incuranti delle norme anti Coronavirus.

Prima la salute, così si affronta il Coronavirus

La situazione è sempre più disperata. Il Governo minaccia di imporre delle norme sempre più rigide per contrastare il Coronavirus, ormai diffusosi in tutto il mondo (escluso l’Antartide).

Una pandemia che porta ogni individuo a fare scorte per contrastare due settimane di puro e vero isolamento. Una situazione necessaria anche se stressante. In diverse regioni molti si sono ribellati a queste imposizioni.

Lo Stato, quindi, ha deciso punizioni severe per chi non dovesse rispettare quanto detto nei giorni scorsi. Dalle multe alla reclusione, queste sono le pene decise. Posti di blocco e volanti della polizia si impegnano a far rispettare le nuove regole sanitarie.

Salvo casi eccezionali (verificati da un’autocertificazione), bisogna restare nelle proprie case in attesa di un drastico cambiamento della situazione. Tutto viene fatto per salvaguardare la nostra salute, ma in molti non la pensano così.

Sette arrestati a Giugliano per partita di calcio in strada

Dopo diversi individui che si sono ribellati alle norme imposte dal Governo (sostenendo che lo Stato ci impedisce di essere liberi di decidere come vivere), ecco che arrivano i primi provvedimenti per gli evasi dalla quarantena.

Caso particolare a Giugliano, dove ben sette persone hanno totalmente ignorato ogni tipo di avvertimento e norma sanitaria per giocare a calcio in strada.

Il Comando Provinciale di Napoli ha letteralmente bloccato questo gruppo di sette persone ritrovatesi in via Colonne, nel parcheggio vicino alla metropolitana.

A seguito del blocco dei Carabienieri è arrivata anche la denuncia per le sette persone. Un gesto folle e incurante della situazione delicata che il paese in questo momento verte. Dopo tutti i messaggi diffusi in queste ore, si spera che la popolazione metta al primo posto il bene comune senza compiere ulteriori atti sconsiderati.

https://metropolitanmagazine.it/wp-admin/post.php?post=280887&action=edit

© RIPRODUZIONE RISERVATA