E’ in periodi di crisi come questi che spesso si diffondono notizie false, che arrivano a molte persone. E’ questo il caso di alcune notizie su una presunta positività al coronavirus di alcuni giocatori del Verbania, squadra di Serie D.

Coronavirus in Serie D (Verbania): cosa c’è di vero?

Nelle ultime ore, dopo la notizia della positività al coronavirus del mister del Verbania Luca Porcu, sono iniziate a circolare voci sulla positività di altri tesserati della società piemontese che sarebbero risultati positivi al coronavirus. Come spesso accade in queste situazioni, è difficile seguire tutte le notizie ed essere in grado di verificarne la veridicità. Ma, in questo caso, cosa c’è di vero?

Come riporta notiziariodelcalcio.com, la notizia della positività di altri tesserati del Verbania sarebbe falsa. Di vero, come ha fatto sapere la società piemontese in un comunicato ufficiale, ci sarebbe solo la positività del mister, che ha già fatto sapere che sta meglio. Come riporta il sito ufficiale del Verbania, “i tesserati che sono venuti a contatto con Mister Porcu sono monitorati quotidianamente dal servizio di Igiene Pubblica delle proprie ASL di appartenenza”.

COVID-19 a Mantova

Ma le notizie sul coronavirus in Serie D non si fermano qui. Domenica scorsa il Mantova ha annunciato, tramite un post sul suo profilo Facebook, la positività del suo medico sociale, al coronavirus. E’ il terzo caso in Serie D. Qui le parole del comunicato: “COVID-19 COMUNICAZIONE – Il Mantova 1911 comunica che il medico sportivo Dott.Enrico Ballardini ,sottoposto ai controlli, è risultato positivo al Covid-19. È in isolamento a casa. Il dottore non aveva contatti con la squadra da sabato 29 febbraio e nessun calciatore, staff, dipendente del Mantova 1911 lamenta qualsivoglia problematica legata al coronavirus. Al Dottor Ballardini va il sostegno di tutta la società, squadra e staff”. Sia per il Verbania che per il Mantova le situazioni sembrano, dunque, essere sotto controllo.

Coronavirus a Fiuggi

Un altro caso di coronavirus in Serie D risale a circa 10 giorni fa. L’Atletico Terme Fiuggi, infatti, una volta uscita la notizia della positività del proprio preparatore atletico Fausto Russo, ha voluto fare alcune precisazione sul proprio sito:

“Abbiamo saputo solamente lunedì […] che i problemi di salute del professor Russo avessero risvolti in tale sintomatologia […]. Ci tengo però a precisare che la squadra era già ferma dal mercoledì precedente, giorno in cui avevamo deciso di sospendere qualsiasi attività ma, una volta appreso dall’ospedale la positività del tampone abbiamo subito informato le persone che avevano avuto contatti recenti con il professor Fausto Russo.

Ad oggi nessuna persona della società che ha avuto contatti con il professor Russo mostra sintomatologie che possano lasciar pensare a qualsivoglia forma di contagio. Attualmente perciò i ragazzi della squadra sono tutti presso i rispettivi domicili […].”

Sicuramente la situazione è molto seria, ragion per cui bisogna stare ancora più attenti a verificare la veridicità delle notizie, che rischiano di creare un panico ingiustificato.

Seguici su Pagina FB Metropolitan Magazine

© RIPRODUZIONE RISERVATA