Attualità

Bollettino di oggi, 20 marzo, sul coronavirus in Italia

Bollettino 20 marzo in Italia, situazione Contagio Coronavirus – Ogni giorno cerchiamo di fare un Bollettino sul Coronavirus, per monitorare la situazione tra i contagi ed i guariti nel nostro territorio nazionale. Oggi 20 marzo la situazione in Vneto e Lombardia peggiora. Ieri il grande picco in Italia sul contagio e decesso, si prevede la replica purtroppo anche oggi. Bollettino di ieri, 19 marzo.

Lombardia, accelerano contagi (+2271 in un giorno). Gallera: “Preoccupa balzo Milano, più 634”. Morti 2168, 209 in più. In Italia ormai più vittime che in Cina: 3405 morti.

L’ultimo bollettino reso noto dalla Protezione civile segna un nuovo tristissimo record: +627 morti, il maggior incremento dall’inizio dell’emergenza. Ieri l’aumento era stato di 427.In totale il numero di decessi arriva a 4.032. Sono complessivamente 37.860 i malati di coronavirus nel Paese, con un incremento rispetto a mercoledì di 4.670. Il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – ha raggiunto i 47.021.

Il commissario per l’emergenza Angelo Borrelli in conferenza stampa alla Protezione Civile, ha detto che i ricoverati in terapia intensiva sono 2.655, 157 in più rispetto a ieri. Di questi 1.050 sono in Lombardia.

La mappa del bollettino è suddivisa in date zone di allerta, ambiti territoriali su cui sono rappresentati il livello di allerta e le situazioni di criticità maggiormente elevate. Il bollettino della Protezione Civile aggiornato sul Coronavirus

Spallanzani: “I pazienti positivi sono 211” – Bolelttino 20 marzo

“I pazienti COVID 19 positivi sono in totale 211. Di questi, 19 pazienti necessitano di supporto respiratorio”. Si apprende dal bollettino della Direzione sanitaria dell’Istituto Spallanzani. In giornata sono previste ulteriori dimissioni di pazienti già negativi al primo test e comunque asintomatici. I pazienti dimessi, che hanno superato la fase clinica e che sono negativi per la ricerca dell’acido nucleico del nuovo coronavirus sono 324. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, compresa la Città militare della Cecchignola, sono a questa mattina 51. Da oggi sono attivi i due Spoke a bassa intensità assistenziale ( uno nella zona nord ed un altro nella zona sud di Roma) dove vengono accolti pazienti ancora non negativizzati ma asintomatici o poco sintomatici. Infine, come da cronoprogramma, sono attive da oggi  altre  sei postazioni di terapia intensiva allo Spallanzani e cinque a Casal Palocco.

Fondi dichiarata Zona Rossa

Back to top button