Coronavirus SBK – FIM, Irta e Dorna hanno deciso di rinviare il secondo round del mondiale Superbike e Supersport a causa delle restrizioni allo sbarco degli italiani e dei giapponesi in Qatar.

Coronavirus SBK – Decisione nell’aria dopo la cancellazione della gara della MotoGP

Dopo aver colpito la MotoGP durante il fine settimana del 6-8 marzo, il coronavirus non fa sconti neanche al WorldSBK e al WorldSSP. Dopo la straordinaria tappa inaugurale di Phillip Island in Australia, infatti FIM, Irta e Dorna hanno deciso, per entrambe le categorie, di rinviare il secondo round della stagione in Qatar, che si sarebbe dovuto svolgere nel week-end del 13-15 marzo. Il motivo è dovuto alle forti restrizioni all’ingresso in Qatar nei confronti di italiani e giapponesi che sarebbero dovuti partire in questi giorni.

Ricordiamo che la gran parte delle scuderie e team del mondiale Superbike e Supersport provengono proprio dall’Italia e dal Giappone. Da non dimenticare per rimanere sempre aggiornati di leggere gli annunci del Ministero degli Affari Esteri italiano sul sito viaggiaresicuri.it, per conoscere le misure restrittive di ogni singolo Paese nei confronti dell’Italia a causa del Covid-19.

Coronavirus SBK Losail
Il round di Losail della WorldSBK, era l’unico round asiatico di questa stagione del mondiale delle derivate di serie – Photo Credit: WorldSBK.com

“Si informa che le autorità aeroportuali del Qatar richiedono a tutti i passeggeri provenienti dall’Italia, anche se asintomatici, di osservare un periodo obbligatorio di quarantena della durata di 14 giorni o, in alternativa, di fare rientro in Italia senza uscire dall’area di transito aeroportuale.” – Ministero degli Affari Esteri italiano

A questo punto il prossimo round del WorldSBK sarà quello di Jerez del 27-29 marzo, il primo delle dieci consecutive tappe europee del mondiale delle derivate di serie.

SEGUICI SU:

© RIPRODUZIONE RISERVATA