Coranvirus, la morte corre senza sosta negli Stati Uniti

Record di decessi da coronavirus negli USA, dove sono stati registrati oltre 100 morti nelle ultime 24 ore. Oltre 50000 i casi di contagio accertati ma Trump è ottimista e punta a risolvere la crisi entro Pasqua. Pronto un piano da 2 miliardi dollari per risollevare l’economia americana grazie ad un accordo tra Congresso e Casa Bianca.

Il record di decessi da coronavirus negli Usa


Sono 163 i decessi da coronavirus accertati negli Usa nelle ultime 24 ore, con il numero totale che è arrivato fino a 680. 52.976 invece i contagiati. Positivi anche due trader di Wall Strett nonostante le restrizioni imposte a New York, il focolaio più importante negli Usa. “Chi si sposta dalla città all’interno degli States deve mettersi in quarantena volontaria per 14 giorni”, ha fatto sapere il vicepresidente degli Usa Pence. Più ottimista invece Trump che ha detto: “Stiamo già cominciando a veder la luce in fondo al tunnel”. Per il presidente Usa l’obiettivo è “riaprire il Paese, lavoriamo per fare di Pasqua una scadenza reale”.

L’ottimismo di Trump

Il piano 2 miliardi di dollari


Per risollevare l’economia Usa, la prima del mondo, è stato previsto un piano di 2 miliardi di dollari di stimoli al mercato. Si tratta di un piano molto articolato con risorse previste direttamente per i cittadini americani che riceveranno, a seconda del reddito, fino a 1200 dollari con l’aggiunta di 500 dollari per ogni bambino. Previsti inoltre 150 miliardi da investire negli ospedali sotto pressione per l’emergenza coronavirus. Non mancano poi fondi per aziende e piccole imprese, per cui è stato stanziato un pacchetto di 367 miliardi. Tutelati anche i lavoratori che non sono temporaneamente messi a riposo senza licenziamento. Questi potranno ricevere, grazie ad un impulso per le assicurazioni contro la disoccupazione, i loro stipendi per un massimo di 4 mesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA