Cronaca

Corteo funebre a Saviano: De Luca dichiara zona rossa

Solamente due giorni fa il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante uno dei suoi iconici video aveva dichiarato di voler chiudere i confini della regione. Ebbene in questo eterno valzer generale di contraddizioni sembra farsi spazio proprio il comune di Saviano, nel napoletano, generando lo sgomento di tutti.

Saviano, in centinaia scendono in strada per i funerali del Sindaco

Photo Credits: www.youtube.com

La dichiarazione di De Luca

“Per la fase II serve senso di responsabilità. Se dovessimo avere una corsa in avanti da parte di regioni con contagio cosi’ forte la Campania chiuderà i suoi confini vietando l’ingresso ai cittadini provenienti da altre zone”.

Senso di responsabilità, quello citato da De Luca, dal quale sembrerebbero essere immuni alcuni abitanti di Saviano, piccolo paese non molto distante da Napoli. Mentre Vincenzo De Luca, infatti, continua a proteggere il fronte della sua regione a Saviano (NA) nella giornata di Sabato 18 Aprile in centinaia sono scesi in strada per prendere parte ai funerali del primo cittadino.

A rendere il tutto ancora più curioso la presenza delle forze dell’ordine, come riportato dai filmati girati dai presenti, i quali sembrerebbero proprio aver concesso uno strappo alla regola. I funerali del sindaco della cittadina vesuviana, scomparso a causa del Covid-19, non sono certamente passati inosservati anche grazie alle tantissime riprese amatoriali effettuate dagli stessi partecipanti postate poi sui social network.

Saviano – Photo Credits: www.ilfattovesuviano.it

L’indignazione del consigliere regionale

A far scattare la denuncia il consigliere regionale, Francesco Emilio Borrelli, che postando il video scrive:

“Denunciati organizzatori e chi ha partecipato. Erano presenti anche uomini delle forze dell’ordine che però non sono intervenuti. Anche loro dovranno rispondere del proprio comportamento nelle sedi opportune”

Vicenda, questa, che genera lo sgomento di alcuni concittadini di Saviano e dell’Italia intera. Perché, se è vero che onorare per l’ultima volta una persona cara sia un atto di estrema gratitudine, è altrettanto vero che farlo ai tempi del coronavirus lo rende un atto quanto più pericoloso e irresponsabile.

Photo Credits: www.youtube.com

De Luca dichiara “zona rossa”

Non si è fatta attendere anche la reazione del governatore De Luca il quale, tramite i suoi canali ufficiali, ha dichiarato:

“La messa in quarantena per il Comune di Saviano, è una decisione inevitabile per impedire il sorgere di un focolaio di contagio a tutela della salute dei cittadini di Saviano, di quella dei Comuni vicini, e di un intero territorio densamente abitato”.

Con poche parole, De Luca, dichiara così il comune di Saviano zona rossa a seguito del corteo funebre svolto nella giornata di Sabato che ha visto coinvolte centinaia di persone. Un pensiero, poi, lo rivolge al primo cittadino scomparso dando merito al suo operato:

“E’ altresì un atto di rispetto per la figura di un grande medico e della sua famiglia, che avrebbe per primo sollecitato comportamenti responsabili. E’ una decisione che rende merito al sacrificio compiuto da tanti cittadini che hanno rispettato le regole e che ripristina la dignità e onora l’impegno civile di tutta la nostra comunità”.

Back to top button