Esteri

Covid: proteste No Vax a Rotterdam, la polizia spara, due feriti

Alta tensione nel centro di Rotterdam durante una protesta contro il lockdown per il Covid. Gli agenti hanno sparato e almeno due persone sono rimaste ferite, ha dettola polizia, secondo quanto riferisce l’emittente olandese Nos. Non si conoscono ancora le circostanze dell’incidente. In precedenza, gli agenti avevano già sparato colpi di avvertimento. Questa sera era stata annunciata una protesta contro le misure restrittive disposte dal governo olandese per fronteggiare l’epidemia. La protesta, tuttavia, è sfuggita di mano, secondo quanto riporta Nos. Diverse centinaia di persone, al grido “libertà”, hanno fatto esplodere pesanti fuochi d’artificio e hanno lanciato oggetti contro la polizia.    La situazione è ancora tesa e si sentono ancora scoppi di petardi. La polizia e il reparto antisommossa sono presenti in massa e hanno schierato un cannone ad acqua. L’accesso a una parte del centro è chiuso. La stazione ferroviaria principale è stata chiusa. 

Almeno un’auto della polizia è stata incendiata, altre sono state danneggiate dai manifestanti. Anche i vigili del fuoco sono stati colpiti mentre spegnevano l’incendio. Anche altri veicoli e oggetti sono stati dati alle fiamme. La polizia olandese ha confermato che ci sono stati “feriti” dopo che le forze dell’ordine hanno sparato colpi di avvertimento e hanno utilizzato i cannoni ad acqua sui manifestanti che protestavano contro le misure anti-Covid e le nuove restrizioni decise per far fronte all’aumento dei contagi, sulle strade di Rotterdam. “Ci sono stati feriti in seguito agli spari di avvertimento”, ha ammesso la polizia. L’Olanda è stata il primo Paese in Europa occidentale a ripristinare un lockdown parziale, sabato scorso, ed il governo che ha annunciato almeno tre settimane di restrizioni su ristoranti, negozi ed eventi sportivi. Centinaia di manifestantisi sono scontrati con la polizia a L’Aia dopo l’annuncio della nuova stretta, il 12 novembre.

Back to top button