Calcio

Cremonese, 27 anni fa la Coppa Anglo-Italiana

Il 27 marzo del 1993 è una data che i tifosi della Cremonese ricordano sempre con piacere. Esattamente 27 anni fa infatti, i grigiorossi trionfarono nella Coppa Anglo-Italiana dopo aver battuto in finale il Derby County. Quello fu il primo e unico successo delle Tigri nella competizione, che solo 3 anni più tardi fu soppressa, nonché l’unico della loro storia. Ecco dunque, quale fu il cammino dei lombardi che li portò alla conquista di questo storico riconoscimento.

Coppa Anglo-Italiana 1992-93: chi partecipò?

La 16a edizione della Coppa Anglo-Italiana ospitò 16 squadre di cui 8 erano italiane e altrettante inglesi. Furono suddivise in due gironi composti da un ugual numero di squadre per nazione ovvero, 4 italiane e 4 inglesi. Le formazioni scelte per partecipare al torneo erano tutte della seconda serie. In particolare, presero parte alla sfida le quattro società retrocesse dalla massima serie e le prime quattro della Serie B che non erano state promosse.

Le squadre potevano affrontare, all’interno del proprio gruppo, solo quelle della nazione avversaria. Di conseguenza, aveva accesso alle semifinali la migliore squadra per paese di ogni gruppo. La finale della Coppa Anglo-Italiana del 1992-93 si sarebbe disputata a Londra nello stadio di Wembley.

Il cammino della Cremonese

La Cremonese partecipò al torneo in quanto retrocessa dalla Serie A l’anno prima. Il cammino nel proprio girone fu abbastanza lineare: i grigiorossi infatti, conquistarono 10 punti grazie a 3 vittorie (contro West Ham, Tranmere e Derby County) ed 1 pareggio (contro il Bristol City). Arrivata alla fase finale della competizione, la Cremo dovette affrontare il Bari, che era stata la migliore delle italiane nell’altro raggruppamento. La seconda semifinale invece, vedeva opporsi il Derby County e il Brentford, l’unica squadra che era stata in grado di conquistare tutti i punti disponibili.

A differenza della fase a gironi, le semifinali prevedevano gare di andata e ritorno, un po’ come l’odierna coppa Italia. L’andata terminò con un risultato piuttosto rotondo, poiché le Tigri si imposero sui pugliesi per 4-1. Nella sfida di ritorno invece, arrivò un pareggio per 2-2, che consentì alla Cremonese di accedere alla finale. A Wembley avrebbe incontrato nuovamente il Derby County, reduce dal trionfo per maggior numero di gol in trasferta contro il Brentford.

La Finale

La finale della Coppa Anglo-Italiana fu uno dei momenti più importati della storia della Cremonese. Il 27 Marzo del 1993 Wembley ospitò ben 30.000 persone ed entrambe le squadre erano consapevoli del fatto che solo una di loro sarebbe poi entrata nella storia del calcio.

La partita si sbloccò all’undicesimo minuto del primo tempo: calcio d’angolo battuto da Florijancic e palla pennellata per la testa di Verdelli che siglò così l’1-0. L’entusiasmo si allentò al 23′ a causa di un altro colpo di testa. In questo caso fu Gabbiadini ad insaccare dopo un perfetto cross di Patterson. Le emozioni della prima frazione però, non terminarono qui. Verso la fine del tempo l’arbitro spagnolo Velasco fischiò un calcio di rigore in favore dei grigiorossi. Sul dischetto si presentò lo specialista Nicolini che però si fece parare il tiro. Così, il punteggio rimase quello di 1-1.

Nella ripresa i lombardi ripartirono alla grande e dopo soli 4′ grazie ad un’incursione di Tentoni conquistarono un secondo calcio di rigore. Sul dischetto questa volta si presentò Maspero che con una conclusione precisa superò Taylor, che aveva intuito la direzione del tiro. Firmato il 2-1, la Cremo aveva più che mai la necessità di chiudere l’incontro. Al 25′ Florijancic sciupò clamorosamente l’occasione per il 3-1, sprecando un contropiede magistrale. Pareva quasi che la palla non volesse più entrare in porta, come testimoniato dal palo colto da Nicolini al 34′. Spettò a Tentoni il compito di spezzare la “maledizione”. Al 39′ l’attaccante chiuse alla perfezione un altro contropiede della formazione grigiorossa, segnando il gol del definitivo 3-1.

I protagonisti del trionfo della Cremonese

Gli attori principali della Cremonese del 1992-93 sono entrati tutti, di diritto, nella storia del club. In panchina sedeva Gigi Simoni, che con la squadra lombarda conquistò una promozione e due salvezze. La coppia d’attacco titolare invece era formata da Tentoni e Florijancic che vissero anni importanti della loro carriera a Cremona. A formare il centrocampo invece erano Maspero, Nicolini e Giandebiaggi con quest’ultimo che visse a pieno gli anni d’oro della Cremonese di Simoni.

Il reparto difensivo era composto da Verdelli, Colonnese, Pedroni e Cristiani che legò ai lombardi la parte più grande della sua carriera. Se si parla di presenze poi, è impossibile non nominare Gualco, di sicuro uno dei giocatori più rappresentativi con più di 350 presenze. Infine la porta, difesa da Turci in una delle sue 134 apparizioni.

Back to top button