La corsa al secondo posto, valevole per la promozione diretta in Serie A, è entrata nel vivo. Alla luce degli ultimi risultati, le principali candidate all’obiettivo sembrano essere Crotone e Pordenone. I Pitagorici occupano infatti la seconda piazza a quota 58 punti, i Ramarri sono terzi a 55. Le due compagini si sfideranno lunedì sera all’Ezio Scida in uno scontro diretto che prevede scintille. Crotone-Pordenone potrebbe essere la partita della svolta per una delle due contendenti.

Crotone-Pordenone, un match che può valere la Serie A

Uno scontro al cardiopalma. La posta in palio è di quelle altissime: la promozione in Serie A. Da una parte il Crotone, che punta a tornare nel massimo campionato italiano dopo due stagioni di cadetteria. Dall’altra il Pordenone, la Cenerentola del torneo che ha sfidato tutti i bookmakers e ora è lì a giocarsi l’accesso in paradiso. Le due squadre stanno vivendo un momento a dir poco idilliaco.

Dopo la ripresa del campionato gli Squali avevano inanellato tre pareggi di fila. Quando la pressione delle dirette concorrenti si faceva più forte, è arrivata la scossa. Due vittorie di fila, 6 gol fatti e soltanto uno subito. Merito soprattutto di un Simy travolgente: tripletta contro il Benevento; rete contro il Cittadella (autore delle altre due marcature è stato Messias). 55 gol fatti in totale (secondo miglior attacco del torneo dopo quello degli Stregoni): un dato che potrebbe far pendere l’ago della bilancia a favore del club rossoblù.

Alzi la mano chi avrebbe osato scommettere su tale esito. ll Pordenone, neopromossa per la prima volta nella sua storia in Serie B, si sta giocando il doppio salto consecutivo di categoria. Un girone di andata stratosferico, poi il calo, poi la ripresa. Attilio Tesser ha già compiuto un piccolo miracolo, ma perchè fermarsi qui? Dopo la débâcle di Trapani sono arrivate tre vittorie di fila (5 gol fatti, uno solo subito). In totale i Ramarri hanno segnato 42 reti e ne hanno subite 38 (due in più del Crotone). Pobega, Gavazzi, Bocalon sono soltanto alcuni dei fautori di questa bella favola che potrebbe regalare un lieto fine inaspettato.

Il precedente: il Crotone cerca il riscatto

Nella gara di andata ad avere la meglio è stato il Pordenone (vittoria di misura al Friuli per 1-0 con autorete di Mustacchio). Ma era il momento d’oro dei neroverdi, che non avevano mai perso tra le mura amiche. Ora il Crotone potrà sfruttare il fattore Ezio Scida per ottenere una rivalsa che avrebbe un valore ancor più rilevante, visto il momento chiave della stagione. Calabresi che dovranno però fare a meno degli squalificati Mustacchio (eroe in negativo del match di andata) e Marrone.

Pordenone Crotone
Photo credits: pagina Facebook Pordenone Calcio

In caso di pareggio, le altre potrebbero approfittarne. Lo Spezia (53 punti) giocherà in casa di un Livorno appena retrocesso in Serie C. Il Cittadella (52 punti) sarà impegnato in casa di una Salernitana che vorrà riscattare la sconfitta di Ascoli, ma gli uomini di Venturato potranno contare sull’ottimo rendimento in trasferta che ha contraddistinto la stagione in corso. Il Frosinone (51 punti) dovrà riguadagnare terreno dopo la disfatta di Empoli, ma avrà un match abbordabile allo Stirpe contro una Juve Stabia invischiata nella lotta per non retrocedere. La volata al secondo posto si preannuncia più avvincente che mai.

Seguici su:

Pagina Facebook ufficiale Metropolitan Magazine

© RIPRODUZIONE RISERVATA