Calcio

Crotone-Reggina, Serie B: la “Magna Grecia” bussa alla porta del calcio

Kroton e Reghion, ovvero Crotone e Reggio Calabria. Due città dal passato glorioso che, attualmente, ospitano due formazioni di calcio che partecipano al campionato cadetto italiano della Serie B. Nella terza giornata di cadetteria andrà in scena Crotone-Reggina, il derby della “Magna Grecia“. Tra storia antica, presente e con un futuro tutto da scrivere, ecco i segreti di questa sfida tutta calabrese che mantiene marcate sfumature elleniche.

Crotone-Reggina ed il respiro di “Magna Grecia”

Ciò che chiamiamo Italia era Magna Grecia“. Firmato Ovidio nei Fasti. Era il secolo VIII a.C. quando l’Italia Meridionale veniva assaltata e colonizzata dalla cultura ellenica, con le popolazioni degli Achei, Dori, Ioni e Locresi che rivendicavano come loro possedimenti i territori calabresi, lucani, pugliesi, campani e siciliani. Una fiorente e civilizzata colonia che contribuì allo splendore di diverse città, grazie al commercio ed alle posizioni strategiche nel Mar Mediterraneo, fondate dai Greci. Reghion, attuale Reggio Calabria, fu fondata intorno al 730 a.C., mentre Kroton (attuale Crotone) apparve in Calabria verso il 710 a.C. Due realtà calabresi che, a modo loro, sono riuscite a scrivere una pagina storica della nostra Italia. Capitolo che, domani, verrà riaperto nel derby della “Magna Grecia”. Crotone-Reggina tra gli eoni della storia, glorie passate e speranze (calcistiche) future. Un confronto emozionate a trecentosessanta gradi.

Le statistiche degli incontri in Serie B e le probabili formazioni

Un derby storico che affonda le sue radici, anche, nelle vicende politiche di popolazioni antiche. Crotone e Reggina, all’interno del rettangolo verde di gioco,  si sono incontrate in 12 occasioni in Serie B: due vittorie per i rossoblù e tre per gli amaranto finora, sette invece i pareggi. Le statistiche, quindi, parlano di partite sempre equilibrate disputate spesso sul filo del rasoio. Sono soltanto questi i numeri che caratterizzano questa sfida? Assolutamente no. Il Crotone ha vinto gli ultimi due incontri nel campionato cadetto contro la Reggina e nessuna delle due formazioni ha mai registrato tre vittorie consecutive in cadetteria contro l’altra (due anche gli amaranto nella stagione 2001/02). In casa dei Pitagorici, i reggini hanno vinto solamente nel primo confronto assoluto tra le due squadre in Serie B (1-2 nel novembre 2001). Da quel momento, quattro pareggi e una vittoria rossoblù nelle successive sfide disputate in Calabria.

Una partita importante, certamente, che durerà certamente più dei canonici novanta minuti: la rivalità tra le due tifoserie è forte e territoriale. La pressione su Francesco Modesto ed Alfredo Aglietti, rispettivamente tecnici di Crotone e Reggina, sarà soffocante. È solamente la terza giornata di campionato, ma i punti nei derby valgono sempre doppio: per la classifica ed il morale. Ecco le probabili formazioni:

CROTONE (3-4-3): Festa; Visentin, Mondonico, Nedelcearu; Molina, Benali, Vulic, Sala; Borello, Mulattieri, Kargbo. Allenatore: Modesto.

REGGINA (4-4-2): Micai; Lakicevic, Stavroupoulos, Cionek, Di Chiara; Rivas, Crisetig, Hetemaj, F. Ricci; Montalto, Galabinov. Allenatore: Aglietti.

Seguici su Metropolitan Magazine

(Foto Credit – pagina Facebook Reggina 1914)

Back to top button