Attualità

Cyber attacco alle Ferrovie dello stato: bloccate le biglietterie e i servizi self service nelle stazioni

Cyber attacco alle Ferrovie dello stato, oggi è stata interrotta la vendita dei biglietti sia nelle biglietterie fisiche che nei self service delle stazioni, funziona soltanto la vendita online.

Le Ferrovie dello Stato sottolineano in una nota: “Allo stato attuale non sussistono elementi che consentano di risalire all’origine e alla nazionalità dell’attacco informatico“. In questo momento aggiungono che:”stanno lavorando in stretta collaborazione con l’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale e con la Polizia. Il Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche (Cnaipic) della Polizia Postale è impegnato a condurre tutti gli adeguati controlli e verifiche su quanto accaduto oggi”.

Fonti qualificate e lecite della sicurezza italiana hanno ipotizzato e previsto antecedentemente che poteva esserci un attacco informatico che potrebbe essere legato e riconducibile alla Russia. Infatti, la tipologia e il mondo degli operandi con il quale è stato fatto hanno evidenziato che l’attacco sarebbe attribuibile ad hacker russi.

Questa mattina, Ferrovie ha dichiarato il rilevamento sulla rete informatica aziendale “elementi che potrebbero ricondurre a fenomeni legati a un’infezione da cryptolocker“. L’attacco è avvenuto tramite un virus ransomware indotto tramite uno degli account degli amministratori del sistema o di chi gestisce i servizi di ferrovie. Attualmente pero, non è stata ancora individuata la “porta” in cui è entrato il virus e per questo sono stati bloccati i servizi nelle stazioni. Se quest’ultimi fossero rimasti attivi si sarebbe corso il rischio che il virus si propagasse ad altri sistemi informativi bloccandone quindi ulteriori. E’ stata quindi bloccata la vendita di biglietti nelle ferrovie sia nei self-service che nelle biglietterie fisiche, però sembra funzionare la vendita online.

La circolazione delle ferrovie quindi continua con serenità e regolarità, visto che le disfunzioni registrate non impattano il flusso ferroviario.

24 Marzo

Valeria Muratori

Instagram

Back to top button