SBK

Danilo Petrucci, perché hai lasciato la MotoAmerica per la SBK?

Un grande ritorno per la SBK e per il mondo delle due ruote motorizzate italiano. Danilo Petrucci, dopo aver ben figurato nella Dakar 2022 e nella MotoAmerica, si è preso meritamente il sellino della Ducati Panigale V4R che sarà messa a disposizione al Team Barni. La breve storia d’amore con la categoria a stelle e strisce dell’esperto corridore sembrava poter continuare, ma il richiamo della Superbike è stato troppo forte per essere ignorato. Ma come mai Petrux ha scelto di tornare nella categoria comandata, adesso, da Alvaro Bautista?

Le parole di Danilo Petrucci

Danilo Petrucci, perché hai lasciato la MotoAmerica per la SBK?
Danilo Petrucci MotoAmerica (Credit foto – pagina Facebook del pilota italiano) (1)

Ecco cosa ha detto il pilota ternano ai microfoni di GPOne.com:

Quello che mi ha spinto verso la Superbike è stato il fatto che non ho ancora corso lì. Ho avuto questa opportunità con una moto molto competitiva, che ho usato quest’anno, ma su altre piste e con altre gomme. Ero entusiasta all’idea di provare la moto al suo meglio, perché è quella che ha vinto il campionato quest’anno. Mi piace guidare le moto e se devo scegliere, scelgo la più competitiva. Ci ho pensato molto, mi ci è voluto tanto tempo per arrivare a questa decisione. Devo dire che è stato molto difficile decidere. Eraldo Ferracci e tutto il team SBK in MotoAmerica hanno lavorato molto duramente quest’anno per farmi correre e avrebbero lavorato ancora di più l’anno prossimo per farmi correre“.

È stato bello correre con Ferracci. Mi ha trattato come un nipote quando ero lì. È un personaggio incredibile e mi dispiace molto di non esserci andato. Mi avevano offerto anche più di quello che ho guadagnato quest’anno. Mi hanno voluto, anche perché ho detto subito che non volevo tornare, perché non avevo le garanzie tecniche per dire ‘vado lì e mi diverto’, perché è un campionato che si può sicuramente vincere, ma quest’anno Gagne non aveva rivali. Abbiamo lottato nell’ultima gara perché lui ha commesso molti più errori di me e io ne ho approfittato. Ho visto una moto con un grande potenziale, ma con questi pneumatici è necessario qualcosa di diverso ed è un impegno molto grande“.

(Credit foto – pagina Facebook del pilota italiano)

Seguici su Google News

Back to top button