Calcio

Di Biagio non si arrende e carica i suoi: “Ce la giocheremo…”

Il tecnico Luigi Di Biagio è subentrato sulla panchina della Spal in questa stagione sostituendo l’esonerato Leonardo Semplici. Prima dello stop al campionato dovuto al Coronavirus l’ex tecnico della nazionale Under 21 ha ottenuto una sconfitta e una vittoria. Infatti la Spal ha prima abdicato in casa del Lecce per 2-1 e poi successivamente ha espugnato il Tardini di Parma per 0-1. Di Biagio, quindi, non ha ancora esordito tra le mura amiche del Mazza. Lo farà il 23 giugno alle ore 19:30 sfidando il Cagliari purtroppo però come ben sappiamo non ci potrà essere la spinta dei tifosi.

La Spal attualmente al penultimo posto in classifica a quota 18 punti, distante 7 lunghezze dalla salvezza non vuole smettere di sperare nella salvezza. Ci saranno i scontri diretti con Brescia, Udinese, Sampdoria e Genoa che saranno decisivi per le sorti della squadra di Ferrara. Forte dell’ultimo successo contro il Parma e dell’entusiasmo portato dal nuovo mister Di Biagio, la Spal deve credere fino in fondo all’obiettivo salvezza. Ecco come si è espresso Luigi Di Biagio sulla sua squadra.

Il tecnico della Spal Luigi Di Biagio subentrato in questa stagione a Leonardo Semplici. Photo Credit: di Massimo Angelucci

Di Biagio, ecco le sue parole

Tramite i canali ufficiali del Club il mister della Spal ha parlato della sua squadra e del momento particolare quanto delicato che tutto il mondo sta affrontando. Non solo, si è pronunciato anche sul futuro prossimo e sull’obiettivo che intende perseguire.

“I ragazzi li ho ritrovati bene e questo dimostra che hanno lavorato, in maniera professionale, mentre erano a casa. Abbiamo cercato di tenere un filo conduttore quotidiano sempre acceso e ci ha tenuto un pò vivi nonostante il difficile momento. Adesso il nostro lavoro è incrementare i carichi di lavoro per farci trovare pronti per la ripresa del campionato. A livello personale quello che ci stiamo lasciando alle spalle è stato un periodo molto intenso, legato a ciò che vedevamo accadere in molte città. Non si può essere insensibili di fronte a certe situazioni e fare finta di niente. Adesso, però, credo sia compito di tutti cercare di andare avanti, ma senza dimenticare ciò che è accaduto. Sappiamo le difficoltà che troveremo ma non dobbiamo dimenticare la vittoria prima della sospensione. Eravamo sulla strada giusta e sono convinto che la riprenderemo. Ce la giocheremo fino alla fine e lo penso perchè lo vedo negli occhi dei ragazzi.”

SEGUICI SU:

PAGINA FACEBOOK

ACCOUNT TWITTER

Back to top button