L’Hellas Verona prepara il ritorno in campo, la prima contro il Cagliari, con una nuova veste: uno stemma che riprende il simbolo ideato nella anni 80. Tante le novità in casa scaligera: voci di mercato vorrebbero il rinnovo di Borini e un profilo belga per la difesa, è Diomandé dell’Eupen. Anche il settore giovanile è attivo, con la riconferma del suo responsabile e un acquisto per la Primavera.

Hellas Verona, il nuovo logo per il nuovo calendario

L’Hellas Verona ufficializza il nuovo stemma, un ritorno al passato con uno sguardo al futuro, che poi è la mission del presidente Setti e di tutto il club. Dal 1° luglio il nuovo logo sarà il tratto distintivo di una società che fa della programmazione e del lavoro le qualità migliori. I risultati si vedono: prima del blocco forzato, gli scaligeri erano una delle più belle realtà della Serie A, un buon settore giovanile che ha sfornato negli ultimi anni profili come Kumbulla e un tecnico sulla cresta dell’onda. Ma andiamo per gradi.

Ivan Juric Hellas Verona

Ieri è stato ufficializzato il “nuovo” calendario della Serie A. I gialloblu cominceranno il 20 giugno contro il Cagliari, recupero della sesta giornata. Di seguito gli impegni degli scaligeri, con date e orari:

Sabato 20 giugno: Cagliari, h 21.45 (casa)
Martedì 23 giugno: Napoli, h 19.30 (casa)
Domenica 28 giugno: Sassuolo, h 19.30 (trasferta)
Mercoledì 1 luglio: Parma, h 21.45 (casa)
Giovedì 5 luglio: Brescia, h 19.30 (trasferta)
Domenica 9 luglio: Inter, h 21.45 (casa)
Domenica 12 luglio: Fiorentina, h 19.30 (trasferta)
Mercoledì 15 luglio: Roma, h 21.45 (trasferta)
Sabato 18 luglio: Atalanta, h 17.15 (casa)
Mercoledì 22 luglio: Torino, h 21.45 (trasferta)
Da definire: Lazio (casa)
Da definire: Spal (casa)
Domenica 2 agosto: Genoa, h 21.45 (trasferta)

Le ultime dal mercato: Diomandé è il nome nuovo

Nelle ultime settimane, mentre il calcio italiano era in attesa di conoscere il proprio futuro, si è letto di diverse notizie di calciomercato in cui il club gialloblu era protagonista. Il ruolo principale era quello di essere una fucina di giocatori di livello, dalla quale club importanti potevano attingere sborsando la giuste cifre. Kumbulla, Pessina, Zaccagni, Borini, sono solo alcuni dei nomi che molti club del nostro calcio, e non solo, cercano per rinforzare le proprie rose.

Ma l’Hellas Verona non è soltanto un club a cui bussare la porta per avere questo o quel giocatore. Il Corriere di Verona riporta la notizia secondo la quale Fabio Borini potrebbe rinnovare con gli scaligeri. Dalla Premier League le offerte non mancano, il suo contratto è pesante per Setti, ma la volontà di rimanere in un club che l’ha rilanciato a gennaio c’è. La permanenza non è più un miraggio.

Eurosport France mette in risalto che l’Hellas Verona è una delle squadre che segue il profilo del difensore belga Diomandé. All’anagrafe Ardjouma Junior Diomandè, classe 2002, gioca nell’Eupen ed è seguito sia dal Lione che dalla Lazio. Il giovane difensore di origini ivoriane, è nel giro delle nazionali giovanili belghe e nella passata stagione ha vinto il campionato U17 con il Genk.

A proposito di difensori. Non è un mistero che il futuro di Kumbulla potrebbe essere lontano dal “Bentegodi“. Si è fatta avanti anche la Juventus nella corsa al centrale italo-albanese, nonostante l’Inter sia in pole position. Il club nerazzurro vorrebbe inserire delle contropartite tecniche per abbassare il prezzo del cartellino del giocatore scaligero. FcInterNews.it conferma che il Verona avrebbe messo gli occhi su due giocatori classe 2002: il difensore Lorenzo Pirola e l’attaccante Sebastiano Esposito, già protagonista in prima squadra.

Hellas Verona, uno sguardo alle giovanili

Il club scaligero ha fondato e fonda il suo lavoro anche e soprattutto sui giovani, Marash Kumbulla ne è uno splendido esempio. Per questo motivo il presidente Setti ha deciso di rinnovare il contratto al responsabile del settore giovanile, Massimo Margiotta. Riporta la notizia un comunicato del club, il quale specifica che la collaborazione andrà avanti fino a giugno del 2023. Un altro tassello importante nella crescita della società gialloblu. Di seguito alcuni passaggi delle dichiarazioni di Margiotta:

“Sono davvero felice di questo rinnovato attestato di stima e di fiducia…La durata del nuovo contratto è figlia di un concetto tanto caro al Presidente Maurizio Setti, vale a dire la programmazione, indispensabile anche in un settore come il mio…Ringrazio anche il Direttore Sportivo, Tony D’Amico, per il prezioso supporto”

Ed è proprio dal settore Primavera la conferma del primo acquisto gialloblu. In realtà è un ritorno a casa quello di Fabio Martone, classe 2002, centrocampista che era in presto in Serie D al Caldiero Terme. Riporta la notizia il portale MondoPrimavera.com.

© RIPRODUZIONE RISERVATA