Dipinto di Picasso venduto per oltre 103 milioni di dollari

Foto dell'autore

Di Alessia Spensierato

Il dipinto ‘Donna seduta vicino a una finestra (Marie-Thérèse)’ di Pablo Picasso è stato venduto ieri per 103,4 milioni di dollari durante un’asta organizzata da Christie’s, a New York.
La tela di 1,46 x 1,14 metri, dipinta nel 1932, era stata veduta a 90 milioni di dollari ed è arrivata a 103,4 milioni dopo una battaglia di oltre 19 minuti tra collezionisti.

L’opera, che rappresenta l’amante e musa ispiratrice di Picasso, Marie-Thérèse Walter, ha quasi raddoppiato l’importo della stima iniziale fornita da Christie’s, ovvero 55 milioni di dollari.

Il famosissimo quadro del pittore spagnolo del ventesimo secolo risale al 1932 e la protagonista è Marie-Thérèse ovvero la giovane donna definita come la sua musa e la sua amante. Infatti, secondo la storia, Picasso passa la seconda fase della sua vita in Francia dove durante il matrimonio tumultuoso con Olga Khokhlova, inizia la relazione con la diciassettenne Marie-Thérèse Walter protagonista di molte delle sue opere più famose. La differenza che gli altri quadri o sculture hanno con la “Donna seduta vicino a una finestra” è che quest’ultimo non ritrae una donna nuda o distesa  ma “una delle caratteristiche più sorprendenti di Femme assise près d’une fenêtre è la sua scala monumentale. A un metro e mezzo di altezza, vive sulla tela  – continua Fusco – qui c’è più psicologia che in altri dipinti. C’è una sensualità profonda senza essere in alcun modo degradante”.