MovieNerd

Disney e lo streaming di Mulan: tra incassi e folla inferocita

La recentissima decisione da parte della Walt Disney Company di rilasciare (a pagamento) Mulan in streaming su Disney Plus (al momento solo in alcuni paesi), ha avuto conseguenze di vario tipo. Le prime discussioni sono nate attorno al prezzo: 29.99 dollari, considerato eccessivo da alcuni e compreso da altri. Le opinioni su questa mossa non sono arrivate solo dai possibili consumatori, ma anche dai cinema che si sentono tagliati fuori in questo momento difficile.

Disney e lo streaming di Mulan: pro e contro

Come ben sappiamo, a causa dell’emergenza sanitaria, quasi tutto è stato messo in pausa. Nell’ambito del cinema i film che sarebbero dovuti uscire durante la quarantena sono stati posticipati o rilasciati in streaming. Il remake live action di Mulan, in particolare, è stato posticipato più volte e ora ha una data certa: il 4 settembre 2020 uscirà in streaming. La decisione della Disney di rilasciare il film in questo modo ha sorpreso la maggior parte degli utenti.

La protagonista del live action Disney "Mulan".
Photo credit: dal web

Le azioni Disney crescono dell’11%

In seguito alla notizia riguardante lo streaming del nuovo live action, gli analisti di Wall Street hanno osservato un incremento dell’11% delle azioni Disney. Secondo Deadline, la compagnia ha il più alto valore azionario registrato dopo febbraio 2020. Disney deve comunque fare i conti con le perdite che ha subito a causa della chiusura dei parchi a tema per un lungo periodo, ma Disney+ e la televisione si stanno rivelando un punto a favore.

Al lancio della piattaforma streaming nel novembre 2019, la compagnia progettava di raggiungere tra i 70 e gli 80 milioni di iscritti entro il 2024. Bob Chapek ha rivelato che al momento gli iscritti sono già 60.5 milioni, dunque molti di più di quanti previsti. Chiaramente, la situazione d’emergenza ha influenzato anche questo settore, infatti in molti, costretti a rimanere in casa, hanno passato molto tempo utilizzando i servizi di streaming.

Disney streaming
Photo credit: dal web

La rabbia dei cinema

Regno Unito

L’amministratore delegato dell’associazione dei cinema del Regno Unito (UK Cinema Association) ha condiviso la sua opinione in merito alla scelta Disney:

“Per molti sembrerà un passo indietro piuttosto che uno in avanti. Con i cinema in tutto il Regno Unito che continuano a riaprire e a dare il bentornato ai loro clienti, la decisione di ieri dei Walt Disney Studios di mettere Mulan sul loro servizio Disney+ e non nei cinema sarà vista da molti come estremamente deludente e inappropriata.”
Phil Clapp

La Disney si è già scusata con i cinema del Regno Unito per l’improvvisa decisione di spostare il film dai cinema al servizio streaming. Ha affermato che la scelta non è stata presa alla leggera e, visti i numerosi rinvii, si è preferito pensare ad una soluzione su misura per il film.

Disney Plus
Photo credit: dal web

Il proprietario della Picture House Uckfield Cinema ha comunicato il disappunto in un pungente tweet:

“Grazie amici Disney, rimarremo qui ad aspettarvi calorosamente quando avrete intenzione di tornare. Coccole e pensieri felici. Facci sapere quando siete pronti. Dormirò fuori dalla porta della banca, fradicio della mia pipì.
Un’altra cosa, amici speciali Disney coccola-barboni, se i settori dell’industria sono così sicuri che video on demand e cinema possano vivere insieme, perché non proviamo a mostrare Mulan allo stesso tempo?”

Kevin Markwick

Un altro esponente del cinema del Regno Unito sottolinea:

“Se Disney pensa di non aver più bisogno dei cinema, è la fine per tutti noi.”

Francia

In Francia, Gerard Lemoine, proprietario del cinema Cinépal a Palaiseau ha scelto un altro modo per mostrare il suo disappunto. L’uomo, infatti, ha deciso di registrare un video mentre distrugge un cartellone pubblicitario del film.

“È davvero un grande sforzo rimanere aperti in questo momento per la maggior parte di noi, ma stavamo supponendo che nelle prossime settimane ci sarebbero state delle uscite di film ambiziosi. Perdendo Mulan, abbiamo perso la possibilità di offrire al nostro pubblico un film tanto atteso che ci avrebbe aiutato dopo queste settimane difficili. È anche un brutto messaggio da inviare al pubblico [che si aspettava un rilascio teatrale].”
Gerard Lemoine

Seguici sui social:
Facebook
Instagram

Back to top button