17.6 C
Roma
Aprile 21, 2021, mercoledì

Doom Eternal Switch Recensione: A spasso con il DoomGuy!

- Advertisement -

Doom Eternal Switch Recensione: abbiamo già assaporato in tutto il suo splendore la fantastica opera di Bethesda e Id Software sulle piattaforme PS4, XBOX e PC. Ma da oggi possiamo portare questa esperienza a spasso con noi, dove vogliamo! La domanda sorge spontanea: Compromesso troppo grande o miracolo di porting? Andiamo a caccia di demoni dove, quando e come vogliamo! Grazie Nintendo!

Sono passati 10 mesi. Abbiamo già sviscerato a fondo e demolito ogni cosa su Doom Eternal. Conosciamo il titolo abbastanza bene e adesso abbiamo anche dei dlc nelle console casalinghe.

Id Software però, insieme a Panic Button, cercano di portare questa esperienza nella console portatile di casa Kyoto. E il loro lavoro è qualcosa di esaltante. Un mix tra compromesso e vera cura per non perdere l’appeal del titolo. Ci accingiamo quindi a raccontarvi la nostra esperienza su Nintendo Switch! Un’ottimizzazione miracolosa. Un lavoro (sicuramente faticoso) fatto con dovizia e sana passione per allargare la cerchia dei fruitori.

Doom Eternal Switch è quanto di più strano e funzionante ci sia nel panorama attuale dei videogames: non sarà perfetto, né tantomeno sarà migliore della controparte home console o pc. Ma noi adoriamo questo coraggio e queste iniziative.

Eravamo già sbalorditi precedentemente dal porting di Doom, remake del 2016, sulla console Nintendo. E ancora oggi gridiamo al miracolo! Doom Eternal è l’esempio di come le cose, a volte, possono essere fatte con cura e con amore, nonostante dei grandi limiti tecnici.

Ma andiamo nel dettaglio!

Doom Eternal Switch Recensione 0
Photo Credits: Web

Doom Eternal Switch Recensione: Una storia che già conosciamo!

Nulla di nuovo sul fronte plot! Sempre meglio però dare delle piccole delucidazioni a chi non ha vissuto ancora la storia del Doom Slayer:

Dopo 8 mesi dagli eventi di Doom (Remake del 2016), l’invasione della terra da parte dei demoni è iniziata. Grazie all’alleanza con la Union Aerospace Corporation (controllata da adoratori dei demoni) le orde demoniache sono già a buon punto del piano, distruggendo il 60% della popolazione terrestre!

Entra in scena proprio qui il nostro amato Doom Slayer. La sua missione è molto semplice: eliminare i 3 sacerdoti messi sulla terra da Khan Maykr, un essere angelico (o diabolico, fate voi) che ha come scopo la distruzione della terra per far prosperare il suo mondo: Urdak!

Doom Eternal Switch Recensione testa
Una testolina a noi cara!

Questo è l’incipit della storia che dovremo affrontare! Nulla è cambiato e non entriamo nei dettagli per non rovinare l’esperienza di chi non ha ancora giocato il titolo.

Possiamo dire che il lato narrativo non è cambiato di una virgola. Andiamo quindi al dettaglio di questa versione che ci fa rivivere questa “dannata” avventura in modalità portable.

Fenomenali poteri cosmici…in una minuscola console!

Partiamo subito dal punto: siete disposti a sacrificare (un bel pò) di grafica per estirpare le forze del male insieme a DoomGuy in modalità portatile?

Perché quello che vedono i nostri occhi ha dell’incredibile: abbiamo già recensito giochi per Switch multipiattaforma, e possiamo dire con assoluta convinzione che Doom Eternal ci ha letteralmente sbalorditi!

Doom Eternal Switch Recensione peaseggio
Non sarà a massima risoluzione, ma ci piace comunque!

Se su alcuni giochi appunto, c’è un framerate che dire “ballerino” è riduttivo, i 30 Fps di questo titolo sono di una stabilità fuori scala: Granitici. Sia in modalità docked che in modalità Handle, il titolo si comporta egregiamente. Qualche leggerissimo calo (3/4 frame in meno nelle fasi più concitate) ce lo aspettavamo, ma sia le cutscenes che il game vero e proprio fa vivere l’originale esperienza frenetica come mai ci saremmo aspettati di vedere.

La console si scalda il giusto, si può sicuramente avere qualche problema con un battery drain abbastanza sostanzioso, ma in definitiva la forza di questo port sta nel vedere stabilità e fluidità nel gioco associati a quella che per noi è il vero fulcro: la portatilità. Giocare sotto le coperte, o sull’autobus, a Doom Eternal è quanto di più “strano” e affascinante ci sia nel panorama videoludico attuale.

Tutto ovviamente a discapito di una risoluzione decisamente più bassa delle controparti PC e console casalinghe, ma che con la portabilità compensa i limiti tecnici che Id Software e Panic Button si sono trovati davanti. E possiamo ribadirlo come fatto inizialmente: Doom Eternal su Nintendo Switch è MIRACOLOSO!

Doom Eternal Switch Recensione brutto
L’abbiamo ridotto male.

Un porting fatto per poter fruire il più possibile l’esperienza originale. Un grande lavoro (faticoso, a detta degli sviluppatori, e come possiamo dire il contrario) dove bisogna riflettere a lungo. Spesso, anche in nuovi titoli appena usciti, si hanno problemi di ottimizzazione, e su Hardware ben più potenti. Qui si riesce a vivere l’esperienza originale in modo integrale, senza tagli (se non per la risoluzione e il comparto grafico).

In tutto questo aggiungiamo che i caricamenti nel titolo sono fulminei. Una vera meraviglia!

Anche l’audio e la colonna sonora sono rimasti intatti, e contribuiscono molto alla tamarragine del titolo e al fatto che questa esperienza portatile abbia veramente le carte in regola per dire la sua, nonostante i competitor abbiano molti più muscoli della console Nintendo.

Qualche nota dolente sullo spazio occupato nella memoria della console (18 GB versione digitale, ma come potevamo pensare che occupasse meno un gioco così grande in una console così piccola?) e i controlli, che sono comodi, ma non possiamo negare che eravamo abituati ad altro. I joycon si comportano bene, e giocarlo portatile ha il suo fascino. Data la natura frenetica però, le lunghe sessioni possono stancare le mani. Un pro controller tuttavia potrebbe aiutare ad avere un’esperienza più vicina alle altre versioni.

Doom Eternal Switch Recensione headshot
Headshot Incoming!

Detto questo… a chi consigliamo Doom Eternal per Switch?

Doom Eternal Switch Recensione: Consiglio e conclusioni

Possiamo consigliarlo a chi ha veramente voglia di giocare questo titolo in portatilità. Forse giustificherei anche l’acquisto a chi ha già la versione PC o PS4/XBOX, ma solo per i veri appassionati.

In definitiva ricordiamo: Id Software e Panic Button rendono l’impossibile possibile! Una prova davvero entusiasmante, che apre a soluzioni che altre case dovrebbero prendere in considerazione per attirare anche gli utenti Nintendo con i loro titoli!

Siamo rimasti entusiasmati dal vedere tutto quello che Doom Eternal può offrire con questo porting: non un titolo derivato, né tantomeno un titolo castrato.

L’anima rimane intatta e la freneticità del titolo non ne risente. Saremmo dei pazzi a dire che è uguale (o superiore) alle altre console. Non è ovviamente così! Ma possiamo dire che se avete voglia di portarvi dietro il titolo, non ve ne pentirete. Questo porting è Doom in tutto e per tutto.

Un porting che non poteva che renderci più felici di così. Doom Eternal per Switch è un miracolo vero e proprio! Complimenti Bethesda, Id Software e Panic Button! Non possiamo che applaudire e inchinarci alla vostra maestria.

Una piccola nota aggiuntiva, una sorpresa inaspettata anche per noi: a chi prenota Doom Eternal per Switch entro il 22 dicembre, avrà la possibilità di scaricare (compreso nel pacchetto) un porting di Doom 64. A tutti gli amanti del franchise quindi consigliamo di non perdere questa occasione, perché nonostante non ci sia niente di nuovo nel titolo, sicuramente i super-fan non possono che apprezzare questo contenuto aggiuntivo, che allarga così l’esperienza facendo rivivere un titolo per Nintendo 64 che ha comunque la sua importanza storica!

 Doom N64
Photo credits: Web

Doom Eternal Switch Recensione: Ricordiamo a tutto che Doom Eternal è già disponibile su Nintendo Switch dall’8 di Dicembre!

PRO:Esperienza rimasta intatta all’originale. E’ Doom in tutto! -La portatilità di un titolo così non ha prezzo! -Un porting a dir poco miracoloso…

CONTRO: -…Nonostante i limiti tecnici siano ben visibili -I Joycon non aiutano le lunghe sessioni -La batteria della Switch in modalità portatile dura veramente poco

VOTO: 8,5

STAY TUNED!!!

Seguici su Facebook e Instagram!
Recupera tutti gli articoli di RetroNerd!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
Simone Magistratohttp://www.metropolitanmagazine.it
Vivere per giocare o giocare per vivere? Nel dubbio Vivo, Gioco e Scrivo! Nato con i videogames nel sangue!
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -